Utente 355XXX
Salve,dovrei fare una colonscopia con sedazione profonda a base di propofol(con anestesista)
Ho i seguenti dubbi:
Nel test delle intolleranze alimentari(quello che fanno in farmacia per intenderci)ho le seguenti intolleranza:
bianco d'uovo 100%
tuorlo d'uovo 26%
lievito di birra 26%
sono andato da un allergologo e mi ha detto che se non ci sono allergie non dovrebbero esserci problemi,e ho fatto i seguenti test:
Esami del sangue:
Rast mix Alimenti
Concentrazione 0.10
Classe 0
Mentre sono risultati positivi i seguenti:
Dermatophagoides Farinae 2.62
Mix Graminacee 3.41
Green Labs inc. 0.39
Parietaria officinalis 5.31

Visita allergologica
Eseguito Prick test ha avuto esito positivo per:
Dermatoph Farinae(++)
Dermatoph,Pteronyssinus(++)
Graminacee(+++++) Parietaria (++) Nocciolo (++) Cipresso (++) Olivo (+)
negativo per Albume e tuorlo d'uovo e soia(quelli che mi preoccupavano riguardo all'anestesia)
Mi è stato suggerito per sicurezza un protocollo di premedicazione:Deltacortene 25mg 1 ora prima dell'intervento.
Vorrei sapere se posso fare questo tipo di sedazione tranquillamente,vista l'intolleranza(solo nei test alimentari)all'uovo.

Altra cosa:Sono molto spaventato da quello che ho letto si chiama:"awakening"tanto che ero indeciso se fare l'esame da sveglio.
Vorrei sapere se ci sono rischi anche se rari,per i quali si possa rischiare di rimanere immobilizzato sentendo il dolore ma non potendo muoversi,comunicare di essere sveglio,ho letto qualcosa e vorrei sapere se questo rischio esiste,e come si possa fare,se esiste un modo evidentemente per prevenirlo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno, i fenomeni cui lei accenna, è descritto si possano verificare, ma in corso di anestesia generale e specie in pazienti particolari. Quando un paziente è sottoposto ad anestesia generale, è curarizzato, gli sono stati somministrati farmaci analgesici e ipnotici ed è connesso ad un respiratore automatico. E' raro ma si può verificare che ci sia un risveglio anche parziale della coscenza con analgesia e curarizzazione mantenute.
Non sempre invece il paziente lo ricorda al risveglio, mentre il disagio si manifesta con disturbi psichici di vario genere.
Naturalmente se un paziente si sveglia propio ci sono tutta una serie di sintomi spia, come un aumento di P.A., di F.C. e sudorazione.
Nel suo caso cio non può accadere perchè la sedazione profonda consta della somministrazione di un solo farmaco ipnotico (ossia che induce il sonno) in respiro spontaneo. Se non agisce o non è sufficiente la quantità somministrata, lei non dormirebbe e la cosa sarebbe ben evidente (occhi aperti e motilità conservata per intenderci). La procedura non inizierebbe.
Quanto al quesito sull'uovo, lei è risultato intollerante ma le prove allergiche sono negative, quindi non mi sembra ci siano problemi, piuttosto mi chiedo perchè lei abbia fatto tutti questi test e se ci sia una problematica clinica allergica di rilievo in terapia o meno, eventualmente ne informi il suo anestesista ed assuma solo farmaci consigliati da lui.
Potrebbe inoltre esserle utile leggere questo link di un quesito simile al suo:
http://www.medicitalia.it/consulti/Anestesia-e-rianimazione/434854/Incubo-di-svegliarsi-durante-l-intervento-chirurgico
Saluti
[#2] dopo  


dal 2016
Salve,grazie mille per le informazioni che mi ha dato,devo dire che mi ha tranquillizzato in parte almeno sul discorso del risveglio,visto che avevo letto alcune cose riferite all'anestesia generale.
Soffro di extrasistole ogni tanto,potrebbe essere un problema?
Riguardo il consiglio:
Purtroppo non mi è capitato nessuno che abbia permesso di parlare con l'anestesista praticamente in nessun posto in cui mi sia informato se non prima dell'intervento(esame)nella stessa giornata.
Addirittura mi è sembrato un lusso trovare l'anestesista per fare la colonscopia,e ho fatto i salti mortali per trovare qualcuno che l'avesse.
Le cure che mi ha dato l'allergologo a quanto ho capito dovrei iniziarle prima di poterci parlare ha detto il medico,anche se ha detto che il problema potrebbe essere solamente di tipo inalatorio,non capisco bene quale collegamento col propofol una cura così lunga possa avere.
trascrivo qui quello che c'è scritto perché forse ho capito male:

Pr/ Deltacortene 25 mg
S/2 cpr 13 - 7 - 1 ora prima dell'intervento

Pr/Trimeton f.le
S/1 f.la 1 ora prima dell'intervento
Tale protocollo è attuato solo a scopo cautelativo,secondo il MEMORANDUM della SIAAC
Cordiali saluti
[#3] dopo  


dal 2016
Volevo chiedere un'altra cosa riguardo sempre al propofol e a uno dei possibili effetti collaterali che ho letto:depressione respiratoria.
Fra gli effetti comuni:iperventilazione,apnea transitoria.
Cosa significa di preciso?c'è il rischio di sentirsi soffocare quando viene iniettato un farmaco?
[#4] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno, certamente il Propofol può dare depressione respiratoria ed episodi di apnea transitori, questo è il motivo della presenza dell'anestesista (altrimenti non richiesta), che assisterà manualmente il paziente, e per il tempo necessario, se questo si rendesse indispensabile.
Al momento della iniezione lei si addormenterà soltanto, successivamente nel corso dell'esame, si possono verificare e per dosi successive del farmaco, i suddetti episodi ma a paziente addormentato.
Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Per quanto riguarda il suo post precedente che era sfuggito, la terapia che le ha dato l'allergologo è una copertura generica che si usa in soggetti con tendenza a manifestazioni allergiche sia cutanee che respiratorie: asmatici per esempio, o chi in passato ha sofferto di orticaria o manifestazioni allergiche ripetute a farmaci e/o alimenti. Non so a che ora farà l'esame, ma calcoli che, oltre a rispettare la preparazione che forse le hanno già dato, per almeno le 5-6 ore precedenti ( io almeno ho sempre fatto così), non deve nemmeno bere, quindi le compresse vanno inghiottite così senza acqua. Questo perchè in corso di sedazione profonda potrebbe inalare se lo stomaco non è vuoto.
[#6] dopo  


dal 2016
Grazie mille per avermelo detto non lo sapevo,alcuni mi hanno detto che un unico bicchiere d'acqua solo per una pillola potrei berlo, e poi non bere niente il giorno della colonscopia.ma per non rischiare al limite non bevo neanche quello.certo, l'orario in cui farò l'esame è alle15,30, sarà dura resisterefino a quell'ora senza un goccio d'acqua.un'altra cosa importante:mi è stato dato come calmante da prendere il lexotan o en gocce sia per il problema delle extrasistole che a volte mi vengono soprattutto in momenti di ansia, possono creare problemi con l'anestesia?e anche nel casoin cui le volessi prendere prima dell'esame valgono come liquidi per il problema di cui parlavamo prima?e comunque anche queste di solito le prendo con un pochino d'acqua, in caso se ne avessi bisogno è meglio se faccio la sedazione cosciente?il problema è che ho letto dimolte persone che anche in sedazione cosciente sentono dolore durantela colon, ma di altre che non sentono niente, quindi ero indeciso.
cordiali saluti
[#7] dopo  


dal 2016
Il giorno della colonscopia si avvicina,ormaimancano un paio di giorni,volevo sapere se la benzodiazina può creare problemi con il propofol, il medico mi ha dato 20 gocce di xanax, posso prenderle la mattina stessa?cordiali saluti
[#8] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno, non ho ben capito chi le ha prescritto una benzodiazepina e se poi si tratta di Lexotan, di Xanax o di En e quante gocce per l'esattezza.
Le benzodiazepine non creano problemi con il Propofol a patto che il dosaggio sia corretto e che l'anestesista ne sia informato.
Quanto al fatto di sentire dolore o meno in sedazione cosciente dipende innanzi tutto dalla propia personalissima soglia del dolore e da quanto si è agitati, e poi, cosa importantissima, dalla difficoltà o meno dell'esame: non tutti i colon sono uguali e non tutti gli esami hanno la stessa durata.
Quanto al bere, si può fare fino a 6 ore prima circa (naturalmente se si usa il propofol), e le gocce si possono anche prendere direttamente in bocca o in un cucchiaino.
Saluti.