Utente 360XXX
Buon giorno
Sono stato operato di varicocele 30 anni fa e soffro da anni di colon irritabile.
Dal mese di Giugno ho un continuo bruciore alla punta del pene, dolore all’ epididimo sinistro e dolore durante l’eiaculazione.
Dopo l’eiaculazione sto bene per qualche ora, poi la situazione peggiora con bruciori violenti e continui, a differenza di prima (da molti anni infatti risolvevo con un rapporto sessuale e dopo stavo bene ).
Preciso che durante la minzione non ho alcun bruciore!!
Durante questi mesi ho assunto numerosi antibiotici quali Ciproxin 1000 ,Bactrim, Bassado e antifiamatori quali Orudis, e Topster, vari integratori Permixon 320 SENZA ALCUN RISULTATO.
Visitato da più urologi e dopo la visione delle ecografie (vescico-prostatica transrettale + scrotale) e mi hanno rassicurato che sia la prostata che la vescica sono nella norma.
Mi hanno prescritto Permixon 320 e consigliato bagni caldi con i sali del Mar Morto e succo di Melagrana. Preciso che i valori del PSA sono normali e l'urinocultura è negativa.
Sono anche andato dal gastroenterologo che mi segue da tantissimi anni e mi ha trovato molto bene con il colon (anzi mai così bene), e mi ha prescritto Codex , Spasmomen 20 la mattina e Spasmomen 40 dopo cena per riposare meglio.
I bruciori continuano ma si attenuano per qualche minuto dopo il bagno caldo o un bidet caldo.
La mia sensazione è come se avessi un’ostruzione!
La mattina pochi minuti dopo essermi alzato dal letto iniziano i bruciori che peggiorano dopo la minzione e continuano per tutta la giornata.
Aggiungo altre informazione ma non so se posso essere utili.
Circa otto anni fa ho sofferto di dolori ai talloni, avevo difficoltà a camminare,successivamente ho avuto forti dolori alla schiena che non passavano neanche dopo assunzione di farmaci. Da accertamenti sono risultate protrusioni al tratto S1-S2-S3, C3-C4. Da diversi anni non soffro più con la schiena né con i piedi. Ho perso forza al braccio sx e lo specialista mi ha detto che ho rischiato la distruzione delle fibre nervose. Seguo una corretta alimentazione, non bevo alcolici né vino e non ho mai fumato. Cammino molto e pratico costante attività fisica.
Cosa mi consiglia? Mi aiuti !! Sono trascorsi oltre 4 mesi e la situazione è diventata difficile da gestire.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non facile!!
In effetti fa pensare ad una prostato/vesciculite
Ha eseguito una spermiocoltura e tampone uretrale?
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
La spermiocoltura ha dato esito negativo. Il tampone uretrale non mi è stato richiesto dagli specialisti interpellati.
Come mai i sintomi non sono spariti dopo le varie cure antibiotiche? preciso che non avverto bruciori urinari durante la minzione, non ho necessità di alzarmi durante la notte, non ho dolori localizzati nella parte bassa del bacino.
L'ultimo specialista mi ha diagnosticato un adenoma conclamato e prescritto la cistoscopia flessibile, sebbene nella prima visita avesse escluso problemi alla prostata e alla vescica sulla base della visita e delle ecografie transrettali.
Un altro specialista ipotizza un problema vascolare che potrebbe provocare tali disturbi, e suggerisce un controllo alla circolazione sanguigna della zona pelvica e scrotale. o addirittura una aderenza conseguenza dell'intervento di varicocele. Ma al tempo stesso non sa dirmi dove e come poter fare questo controllo.
Sono veramente confuso e molto avvilito. La qualità di vita non è più sostenibile dato i violenti e continui (giorno e notte) bruciori. Preciso che essendo affetto da colon irritabile e intollerante al lattosio e lattulosio ho una soglia del dolore molto molto alta.
Grazie per il tempo che mi sta dedicando.