Utente 361XXX
Il mio bambino di un mese è stato sottoposto ad un intervento chirurgico perché gli è stata diagnosticata la stenosi ipertrofica del piloro. Purtroppo durante l'intervento si è verificata la perforazione dello stomaco e di conseguenza 48 ore dopo è stato riposizionato il piloro per poter richiudere la lesione. Una parte di succhi gastrici si è riversata all'interno dell'addome. Ciò ha provocato anche la formazione di un ascesso nel fegato. Ora il bambino è sempre ricoverato nel reparto di rianimazione. Oggi però il chirurgo ci ha posto dinnanzi ad un grosso dubbio. Sono passatiquasi 14 ggiorni dai due interventi e seppur sottoposto a cure antibiotiche non riescono a capire perché l'addome continui ad essere così poco trattabile. La sedazione ( tramite morfina) è stata ridotta e ora è stato rimosso anche il respiratore e non vi è più febbre e non è stato ancora alimentato via bocca ma solo tramite flebo.
La mia domanda è la seguente: quali possono essere le problematiche che non permettono allo stomaco e al fegato di riprendersi? Reni polmoni e cuore funzionano bene.
Non sapendo più cosa pensare voi potete avere informazioni alle quali non si è ancora pensato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Buongiorno,

capisco bene la sua preoccupazione, quella di una mamma con un piccolo operato, e come se non bastasse anche con una complicanza post chirurgica.
Come ben dice lei stessa, la perforazione ha causato un'infezione della cavità addominale invasa dai succhi gastrici.

il quadro generale a come lo descrive, sembra però in via di risoluzione.
In accordo con i colleghi opterei, ovviamente a distanza e non conoscendo il caso fino in fondo, per un'osservazione di qualche altro giorno, ed un controllo anche ecografico per valutare la cavità addominale e l'assenza di ulteriore liquido.

In attesa di sviluppi, positivissimi, ovviamente, resto e restiamo a sua completa disposizione.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille. Aspetteremo qualche altro giorno in attesa che ci diano nuove informazioni.