Utente 362XXX
Salve, ho 25 anni .
A 18 anni ho avuto vari episodi di fibbrillazione atriale, dopo un anno ho avuto un ablazione con esito positivo , da allora ho avuto solo un episodio. Due anni fa ad una visita di controllo mi è stata diagnosticata un insufficienza mitralica lieve, il medico non ha ritenuto opportuno la somministrazione di farmaci , infatti mi ha sospeso tutta la terapia. L'anamnesi familiare non è a mio favore poichè mio padre è stato operato proprio di insufficienza mitralica, oltre ai nonni materni che hanno avuto un infarto.
La mia domanda è un insufficienza mitralica lieve diventerà sicuramente moderata-grave ? c'è qualche accorgimento da fare per non far progredire lo stadio ? ora non ho nessun tipo di sintomo, un pò di affanno ma forse è suggestione o dato dalla sedenterietà degli ultimi periodi. Cosa mi consiglia ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è assolutamente detto che il problemi peggiori con il tempo. Non può far nulla per evitare che peggiori (anche se è possibile come le dicevo che resti tale per il resto della sua vita). Non le consiglio di far altro se non un ecocardiogramma a cadenza biennale.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille !