Utente 167XXX
Gen.tmi dottori, da alcuni mesi mi è comparsa, sulla scapola post. sx(fossa sopraspinata), una formazione tondeggiante, molle ed asintomatica.Da due settimane invece detta formazione si è rigonfiata ed arrossata con dolori ed è comparsa una piccola puntina a mo' di apertura. Sono andato dal mio medico curante il quale, dopo avermi visitato, mi ha detto che si trattava di una cisti sebacea, mi ha prescritto una visita chirurgica(prenotata fra un mese!) per eventuale intervento ambulatoriale e poi dell'aklav 2cp/die per 6gg e della gentamicina 2-3 volte al giorno.Non è cambiato nulla! Anzi è più gonfia e dolorante!E trattandosi di una posizione fastidiosa(la scapola) non riesco a fare nulla, dormire guidare.Adesso ho come l'impressione che stia per spurgare da sola, volevo chiederVi cosa devo fare nel caso si apra?Devo medicare solo con acqua ossigenata?Sospendere il gentalyn beta?Continuare la terapia antibiotica?Purtoppo, in vista del ponte di ognissanti, il mio medico è andato in ferie anticipatamente, ho contattato la guardia medica che mi dice di mettere solo acqua ossigenata nel caso si apra.Non credo sia il caso di recarmi al pronto soccorso per tale situazione.... Infine volevo chiederLe se, avendo avuto un melanoma in situ sulla schiena, devo preoccuparmi ulteriormente.Può esserci una correlazione tra melanomi e cisti dermoidi?Grazie per l'eventuale riscontro

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Subito un po' di chiarezza: non esistono connessioni con un melanoma in sito ed una cisti dermoide, la quale è una neoformazione assolutamente benigna.
Direi di procedere però con una visita dermatologica per avere diagnosi veramente precisa del suo quadro clinico e soprattutto una terapia adeguata alla situazione
Carissimi saluti.
Per ulteriori informazioni generali può scegliere il nostro sito www.melanoma.pro
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo dott.re,
la ringrazio per il riscontro, la aggiorno riguardo la situazione. Detta cisti si è ingrossata a dismisura aprendosi leggermente, la Guardia Medica mi ha detto di andare al PS, nel quale, il medico di turno mi ha "strizzato" con tutte le sue forze l'ascesso: ho visto letteralmente le stelle!Mi hanno mandato, in data successiva, al reparto di Chirurgia d'urgenza nel quale il chirurgo è rimasto allibito e irritato dalla procedura (a suo dire poco ortodossa del collega di ps) ed ha provveduto subito al drenaggio chirirgico con zaffatura. Dopo altre medicazioni(mi passerà un mese cosi' credo) vedrà se effettuare l'eventuale intervento completo di escissione della cisti aperta.Durante la visita ha aggiunto che ho la pelle troppo, troppo grassa.Da cosa può dipendere?Volevo chiederle intanto se questo particolare può favorire l'insorgenza di dette formazioni dermoidi e poi infine se è indicato un sapone neutro (io uso quelli al sale) ph 5,5 o una soluzione ad hoc; una curiosità, a seguito di forti influenze mi è stato consigliato un integratore di VitC (500mgx2v/die).Ma non è che la vitamina C può influire negativamente sui processi di infiammazione, cicatrizzazione o altro?
Purtroppo i controlli col dermatologo, ogni volta, sono sempre incentrati solo sulla mappatura dei nei e sull'eventuale exeresi di quelli sospetti e quindi(colpa mia) mi dimentico sempre di chiedere info riguardo le condizioni della mia pelle (secca, grassa...).Grazie per eventuale consigli.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La pelle grassa è geneticamente determinata
Seguano dettami nero dermatologo per arginare il fenomeno ben sapendo che molte sono le terapie disponibili
Ancora saluti
[#4] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gen.tmo dottore, durante il controllo semestrale per la mappatura dei nei il dermatologo mi ha predetto che l'ascesso, di cui in dicembre 2014, si sarebbe ripresentato. Ebbene, la cisti si è ripresentata ed infiammata a dismisura con la complicazione di avere, adesso, un chelomi al di sopra(dovuto alla precedente zaffatura). In attesa di consulto dermatologico, purtroppo detta cisti si è aperta. Il mio medico curante ha medicato il tutto prescrivendomi amoxicillina 1 cp 2v/die, impacchi di semi di lino, disinfezione giornaliera con betadine, gentamicina crema per 5 gg in attesa di consulto dermatologico ed eventualmente chirurgico. Comunque il mio dermatologo l'ultima volta mi ha detto che vista la natura della mia pelle è probabile la formazione dette cisti e/o chelomi a seguito di ferite. Quindi allo stato attuale non so cosa fare, l'escissione della sacca in stato di flogosi è fuori luogo ma, visto che in stato asintomatico nessun chirurgo convenzionato ha considerato utile detta pratica, mi rimane solo il privato giusto?La ringrazio per eventuale riscontro e mi scuso per le eventuali inessattezze nei termini.