Utente 322XXX
Salve a tutti dottori, vi chiedo cortesemente di rispondere almeno in parte ai miei dubbi che mi stanno creando non poco panico e ansia.
Dalla primavera scorsa ho iniziato a perdere un po' di capelli, ma niente di preoccupante. Così ho comprato le fiale anticaduta della Biothymus per uomo, in quanto in passato avevano funzionato benissimo in questo caso (perdevo per di più i capelli sulla nuca). Quest'anno, alla fine della cura, la situazione non era molto migliorata...forse non sono stata molto diligente nell'applicare le fiale o per altri motivi. E' iniziata l'estate e la caduta dei miei capelli è aumentata fino a peggiorare davvero alla fine della stagione (quando lavavo i capelli me ne cadevano tantissimi, molti di più del solito). Si vedeva un iniziale diradamento nella zona centrale della fronte (come posso dire...dove vi è la frangia). Ora il diradamento è peggiorato tantissimo! Sempre sulla zona centrale della fronte e anche sulla riga centrale e sulla parte destra del capo (secondo la mia prospettiva), in quanto all'improvviso ho iniziato a perdere ancora molto di più i capelli! Mi sono davvero spaventata perché non mi era mai successo, se facevo il "pull test" mi ritrovavo con piccole ciocche di capelli in mano e non quei soliti 2-10 capelli. Forse durante questo periodo ho stressato i capelli con prodotti troppo aggressivi tipo KELUAL DS DUCRAY (soffro un po' di seborrea...) e applicando sul cuoio capelluto il tè ROOIBOS che dicono faccia crescere i capelli...ma forse no!
Ho iniziato ad usare le fiale anticaduta dell'unifarco per poi passare a NEOPTIDE. Già dalle fiale dell'unifarco ho iniziato a notare una notevole diminuzione della caduta (2-5 capelli a "pull" e a volte niente), ma sono preoccupata perché vedo che i capelli che cadono sono un po' diversi tra loro: a volte molto fini e a volte fini "normali" (fin da piccola non ho mai avuto tantissimi capelli e li ho sempre avuti abbastanza sottili), e tutti hanno un bulbo abbastanza piccolo. Cadono anche capelli corti (almeno per la mia capigliatura) dalla lunghezza circa di 6-10 cm.
Premetto che per me tutto questo anno è stato davvero faticoso: ero entrata in depressione, la storia con il mio ex è finita e iniziai a mangiare davvero pochissimo; per poi iniziare un'altra storia inizialmente non proprio facile; una gravidanza improvvisa da parte di un parente e infine sono in fase di laurea...sono stressatissima e ansiosa...
A breve prenoterò una visita dermatologica, ma almeno vorrei sapere se c'è il possibile rischio che soffri di alopecia androgenetica.

Cordiali saluti e grazie a chi mi aiuterà.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima,
Ancora non è possibile stabilire se le si affetta da una forma di alopecia androgenetica femminileo di telogen effluvium.
Pertanto la visita dermatologica è indispensabile: molto meglio effettuarla Assieme alla Tricoscopia, la quale rimane ad oggi un test non invasivo, immediato e riproducibile che riesce a valutare diverse situazioni dermoscopiche del cuoio capelluto che ci fanno propendere in maniera a mio avviso oggettiva, per una diagnosi definitiva.
La programmi con fiducia.
Per ulteriori informazioni leggere il nostro sito www.tricoscopia.it
Sappia comunque ad ogni modo anche L'alopecia androgenetica femminile si può curare con successo! Cari saluti.