Utente 205XXX
Salve,
Sono una ragazza di 26 anni, da quando ne ho 17 (assumevo già pillola anticoncezionale Milvane) ho cominciato a notare un diradamento dei capelli non presente prima, la dermatologa da cui feci la mia prima visita mi disse che secondo lei si trattava di alopecia androgenetica (senza fare le analisi) e mi prescrisse minoxidil 2%; le analisi successive dimostrarono un ipotiroidismo subclinico (cominciai la cura con eutirox) ed il resto nella norma. Nel corso degli anni ci sono state fasi di miglioramento e peggioramento, continuando ad usare minoxidil e saltuariamente integratori come biomineral One lactocapil. Decisa a trovare cure migliori, poiché ahimè non ho mai risolto del tutto, mi sono recata da una nuova dermatologa, ho eseguito nuove analisi da cui si evince:
- ferro 136 (40-140)
- ferritina 103 (13-150)
- rame 234 (65-150)
- zinco 127 (70-150)
- b12 153 (141 - 489)
- anca assenti
- anticorpi anti nucleo assenti
- ab anti DNA 3.65 (

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gentile pz
Ovviamente deve essere correttamente seguita dalla sua specialista ,come certamente sarà ,con opportuno controllo videodermatoscopico ed esami correlati ,clinici ,strumentali e laboratoristici.
Controlli il valore del rame (da rifare) e se assume integratori che ne contengono li interrompa.
Il rame in eccesso non va bene,naturalmente.
Molto importante è lo studio tiroideo a cui associare altre ricerche endocrinologiche ormonali.
Cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)