Utente 364XXX
Salve, sono una ragazza di 26 anni. All'età di 16 anni mi è stato detto che presentavo la sindrome dell'ovaio micropolicistico che era ovviamente evidente dall'acne e dalle analisi del dosaggio ormonale. A 17 anni ho iniziato ad assumere la pillola Loette ma con scarsi risultati per la pelle cosi dopo circa due anni ho iniziato a prendere la yasmin con buoni risultati soprattutto dopo un po' di anni dall'inizio dell 'assunzione. Recentemente però nel fare i controlli di routine della coagulazione , il valore dell'omocisteina è risultato un po' più alto del limite max. Il mio ginecologo ha pertanto optato per la sospensione e mi ha fatto fare delle analisi approfondite (dopo aver sospeso) :
Omocisteina plasmatica 14,5 (5-13,9)
Protrombinemia 94 (70-120)
I.N.R 1,03 (0,9-1,20)
P-aPTT (reagente Actin fs) 26,3 (20,0-32,0)
P-Fattore V coagulante 101,1 (70-120)
P-Fibrinogeno 247,2 (170,0 - 410,0)
P-Proteina S Anticoagulante Frazione Libera 71 (53-110)
Mutazione V R506Q del gene del fattoreV (Fattore V Leiden) ASSENTE
Mutazione V H1299R del gene del fattoreV ASSENTE

Lui sostiene che sarebbe meglio non prenderla per il rischio di trombosi, ma sono giovane, conduco una vita sana(no fumo, palestra, no alcool , alimentazione equilibrata) , è davvero così rischioso assumerla? per di più il mio dermatologo invece mi ha prescritto la Yaz visto che le ho segnalato che da quando ho sospeso la pillola la pelle sta peggiorando e sto perdendo molti capelli (mi è stato detto di essere soggetta a defluvio per cui ho molta paura di rimanere calva). Mi ha consigliato però di prendere acido folico 5 mg e ricontrollare l'omocisteina dopo 3 mesi dall'inizio della nuova assunzione con yaz. Vorrei prenderla dato il visibile peggioramento ma non vorrei ritrovarmi in pericolo di vita....cosa mi consiglia?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima,
Mi trovo perfettamente linea con il parere del mio collega.
Pertanto deve stabilire la mia pisolo assieme a lui una terapia strategica che serva ad arginare ed eliminare questo fenomeno acneico.
Sappia che ad oggi esistono diverse terapie efficacissime per curare l'acne, che spaziano da terapie topiche a farmaci sistemici, ad approcci strumentali come ad esempio la luce pulsata con manipolo selettivo per acne
Per ulteriori informazioni leggere nel nostro sito www.acne.roma.it
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 364XXX

La ringrazio per la risposta, ma non mi è chiaro se secondo lei sarebbe meglio non prenderla perchè ritiene sia pericolosa? Invece per il defluvio saprebbe darmi qualche consiglio su come rallentare l'assottigliamento dei capelli? il mio dermatologo dice di prendere appunto la pillola visto che aiuta e per ora sto usando una lozione per capelli ma se dovesse peggiorare mi ha consigliato di fare la ionoforesi. Lei cosa ne pensa di questa tecnica?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Personalmente reputo i valori di omocisteina importanti per la valutazione di assunzione della terapia estroprogestinica; pertanto sono d'accordo (e correggo la precedente asserzione dovuta a refuso) con il collega Ginecologo.

Per il resto ad oggi le terapie topiche e infiltrative possibili sono in grado di curare con efficacia un'alopecia androgenetica femminile (immaginerà che non possiamo fornire terapie spicciole online senza valutare direttamente un paziente)

Non conosco dati sperimentali sufficienti per parlare di ionoforesi e calvizie.

Ancora saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it