Utente 327XXX
Buongiorno, le chiedo un consulto:

Soffro di insulino resistenza e di ovaio micropolicistico, per i quali sono in terapia con metformina e pillola anticoncezionale.

iniziato dopo un pausa pochi giorni fa il terzo blister, non so a causa di cosa, improvvisamente ho iniziato a soffrire di gas gastro-intestinale.

Inizialmente non ci ho dato troppo peso attribuendolo probabilmente a colpi di freddo stagionali, ma da una settimana è persistente, ho fatto un paio di coliche gassose abbastanza dolorose (ne ho sempre sofferto da piccola, perciò sono soggetta, ma non mi capitano quasi mai ormai) e la mia dieta è assolutamente varia, non contempla cibi leguminosi o patate o cmq fattori gasogeni.

Ho provato a prendere dei fermenti lattici che sembravano migliorare leggermente la situazione ma appena li smetto sono da capo, e sto assumendo di tanto in tanto del simeticone da banco, quando il sintomo diventa veramente sgradevole e con sgradevole intendo dire che dopo i pasti mi gonfio qualsiasi cosa mangi...

le feci sono normali... nulla mi fa credere dal colore che possano contenere sangue e l'evacuazione è assolutamente dipendente dalla dieta, peraltro ricca di fibre e quindi quotidiana.
Non soffro né di stipsi, né di dissenteria.

Mi è stato suggerito che potrei avere un problema di fermentazione intestinale a causa del malassorbimento dei carboidrati integrali che assumo a causa della resistenza insulinica e mi è stato consigliato di assumere Sinaire Forte, che favorisce l'assorbimento dei carboidrati evitando fermentazioni che producono gas, tuttavia è indicato nel mio caso di resistenza insulinica in cui l'assorbimento degli zuccheri è particolare?

Non rischio che sia compromesso l'utilizzo della metformina?

Mi rimetto a lei...

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Le consiglio di gestire il problema consultando un gastroenterologo.

Ad ogni modo
il prodotto contiene un integratore utile nei casi di formazione di gas intestinale legato a fermentazione batterica di lattosio e di carboidrati non digeribili.

Non compromette, per quanto mi risulta, l'utilizzo della metformina.