Utente 783XXX
Buongiorno a tutti.
non so se ho postato il messaggio sulla sezione giusta, ma non saprei a chi rivolgermi.
Oramai sono mes che continua a sentire stran sintomi.
Facciamo un passo indietro.
Verso i primi di maggio comincio a sentire i sintomi di una cistite , forse anche di una prostatite.Faccio passare il tempo senza recarmi dal dottore.
Il 12 maggio scorso mi sveglio con dolore al testicolo dx.Lo stesso giorno il mio medico curante sospetta un varicocele.Tesi avvalorata da un ecografia eseguita sempre lo stesso giorno.Nel pomeriggio del 12 maggio febbre a 38 scomparsa la sera.Per i 2 giorni successivi il testicolo aumentava di volume e aumentava anche il dolore con febbre pomeridiana , che scompariva alla sera.Il 15 maggio mi reco al pronto soccorso e mi viene diagnosticato un epidimite , somministrato ciproxim e toradol.Febbre scomparsa e mai più ripresentata.
Il giorno seguente visata urologica che trasforma la diagnosi in orchi-epdidimite.Cura:levoxacin per 21 giorni ( + aulin all'occorrenza ).Comincio l'assunzione del levoxacin e dopo qualche giorno comincio a sentire i seguenti sintomi ( crescenti in intensità ) : prurito agli arti , tachicardia , dolori ai tendini , fitte ai muscoli , nuasea, pressione bassa, mani e piedi freddi, temperatura corpore circa 35.5.Continuo l'assunzione fino al 1 giungo quando per l'insorgenza di una sensazione di occlusione mi reco al pronto soccoro e mi viene disgnosticata un intollerenza al farmaco.Sospenzione del levoxacin ( cura quasi ultimata ) e somministrazione cortisonone + protettivo gastrico. A casa ( per i 4 gg successivi ) deltacortene 25 mg, 1 compressa mattina 1 sera, per 2 gg e 1/2 compressa mattina e 1/2 compressa sera per altri 2 gg.Da associare a lansox ( gastroprotettivo ).
Situazione nasuse aumentata a dismisura tanto da poter solo bere e i sintomi che avevo prima quasi amplificati.
Inoltre in bocca fanno la comparsa delle ulcere ( stomatite??? ) e sento gonfiarsi i linfonodi sottomandibolari.
Faccio ecografia e analisi del sangue : riporto le date ed i valori di entrambi.

ECOGRAFIA 04-06-2008

Vescica ben distesa , pareti non ispessite, no formazioni litiasiche endoluminali
Prostata normale per volume e struttura
ghiandola posteriore omogenea e regolare
Nella regine inguinale presenza di 2 linfonodi a dx e 1 a sx con aspetto iperplastico reattivo di diametro circa 1 cm.Non formazioni erniarie
nella regione scrotale epidimi regolari per forma e struttura
testicole dx disomogeneo.


ESAMI DEL 10-06-2008

ERITROCITI 4,82 (4,00-6,20)
EMOGLOBINA 14,7 (14,00-18,00)
EMATOCRITO 42,6 (42,00-52,00)
MCV 88,4 (82-96)
MCH 30,5 (27-31)
MCHC 34,4 (32-36)
LEUCOCITI 5400 ( 4000-10000)
LINFOCITI 1920 ( 1500-4000) 33,1%
MONOCITI 441 (FINO 950 ) 7,6%
NEUTROFILI 3028 (1500-6500) 52,2%
EOSINOFILI 383 (FINO 300) 6,6 %
BASOFILI 29 (FINO 100 ) 0,5 %
PIASTRINE 197 ( 150-400)
VES 4
AST 25
ALT 64
GAMMA-GT 47
GLICEMIA 103 (70-110)
UREA NE L SIERO 28 ( 10-52)
ACIDO URICO 5 ( 2,6-7,2)
TRIGLICERIDI NEL SIERO 63 ( 20-160)
URINOCULTURA :NEGATIVO
SPERMICULTURA :NEGATIVO

da questo momento in poi le cose si compLicano.
Io cado in uno stato forse depressivo causa il continuo malessere.
I sintomi che accuso sono dei più svariati : fitte in varie parti del corpo, sbalzi di pressione insonnia , dolori ai denti , alla lingua , ( forse bruxismo ) , infiammazine del condilo , dolori inguinali di natuira non indentificata ( forse dolori dei testicoli che sui riflettono all'inguine )
sta di fatto che rieseguo le analisi che riporto nuovamente.

ESAMI DEL 25-06-2008

ERITROCITI 4,52 (4,00-6,20)
EMOGLOBINA 13,7 (14,00-18,00)
EMATOCRITO 40,1 (42,00-52,00)
MCV 88,7 (82-96)
MCH 30,5 (27-31)
MCHC 34,4 (32-36)
LEUCOCITI 6340 ( 4000-10000)
LINFOCITI 2251 ( 1500-4000) 35,5%
MONOCITI 399 (FINO 950 ) 6,3%
NEUTROFILI 3411 (1500-6500) 53,8%
EOSINOFILI 260 (FINO 300) 4,1 %
BASOFILI 19 (FINO 100 ) 0,3 %
PIASTRINE 196 ( 150-400)
VES 2
AST 20
ALT 43
GLICEMIA 102 (70-110)
UREA NE L SIERO 40 ( 10-52)
ACIDO URICO 5 ( 2,6-7,2)
TRIGLICERIDI NEL SIERO 63 ( 20-160)

Di nuova dal dottore che comincia ad agitarsi e a dirmi che non ho niente e che devo stare tranquillo.Ma i miei fastidi continuano.
I miei malessri continuano tra vari alti e bassi.
I linfonodi sempre presenti e riseguio nuovamente le analisi.
ESAMI DEL 10-07-2008

ERITROCITI 4,80 (4,00-6,20)
EMOGLOBINA 14,6 (14,00-18,00)
EMATOCRITO 42,5 (42,00-52,00)
MCV 88,7 (82-96)
MCH 30,5 (27-31)
MCHC 34,4 (32-36)
LEUCOCITI 6310 ( 4000-10000)
LINFOCITI 2303 ( 1500-4000) 36,5%
MONOCITI 530 (FINO 950 ) 8,4%
NEUTROFILI 3155 (1500-6500) 50,0%
EOSINOFILI 2671(FINO 300) 4,3 %
BASOFILI 50 (FINO 100 ) 0,8 %
PIASTRINE 211 ( 150-400)
VES 2
PRC <1,0 8FINO 7,5)
AST 18
ALT 26
GLICEMIA 107 (70-110)
CREATININA NEL SIERO 1,2(0,6-1,3)
UREA NE L SIERO 35 ( 10-52)
ACIDO URICO 6,2 ( 2,6-7,2)
COLESTEROLO TOTALE 205 (FINO 200)
COLESTEROLO HDL 54 ( > 39 )
INDICE DI RISCHIO : MEDIO
FERRO NEL SIERO :104 (50-160)
TRANSFERRINA TOTALE 218 (202-336)
SODIO NEL SIERO 141(135-145)
POTASSIO NEL SIERO 4,5(3,5-5,1)
CALCIO NEL SIERO 4,8(3,5-5,1)
FOSFORO NEL SIERO 3,1(4,2-5,1)
CLORO NEL SIERO 104(98-110)
MAGNESIO NEL SIERO 1,8 ( 1,4-2,3 )
PROTEINE TOTALI NEL SIERO 8,00 ( 6-8 )
FT3 3,10 ( 2,1-3,9)
FT4 1,25 ( 0,55-1,70
TSH 2,72 ( 0,15-3,70)
ESAME DELLE URINE
In rileivo
EMOGLOBINA REAZIONE POSITIVA MEDIA

ESEGUITI ANCHE ( RISULTATI NELLA NORMA )
ELETTROFORESI SIEROPATICA
ALFA-1 FETOPROTEINA

Di nuovo dal dottore che conferma che non emerge niente e che non c'è bisogno di approfndire.
Rieseguo ecografia dal seguente risultato.
Ghiandola tiroidea di volume nei limiti della norma.Diametro antero.posteriore 13 mm. Lobi simmetrici, non segni di compressione laterale dell'asse tracheale.
Pattern ecostrutturale:
prevalentemente ipoecogeno
disomogeneo e chiazzato per multiple minute areole ipoecogene pseudonodulari, specialmente sottocapsulari
nel lobo di sx , nel 3° medio, area anecogena fluida di circa 7 mm , da cisti semplice con aggregato fibrinoso ecogeno contestuale
al campionamneto ghiandolare con color-doppler segnale vascolare normale o lievemente ridotto come da incipiente processo involutivo
(Imagin suggestivo per tiroide cronica linfocitaria Hascimoto;)

Ghiandole sottomandibolari regolari per forma e volume
No lesioni nodulari
In sede lateroro-cervicale e a ridosso dell'angolo mandibolare sx isolate immagini linfonodali di aspetto reattivo di diametro inferiore al centimetro

Regione inguinale
Sinteticamente : nulla da segnalare
Per quello che ho sentito : numero 2 linfonodi reattivi di circa 5 mm ( in diminuzione rispetto all'ecografia del 4 giungo )
Il dottore sospetta che ho avuto anche un episodio di malfunzionamento della tiroide e chiude il discoro dicendo di rimandare a dopo l'estate gli esami per verificare che la situazione urine si sia aggiustata e per approfondire il discorso della tiroideIo oggi continuo ad avere dolori all'inguine-testicoli mascella-collo- , i linfonodi reattivi ( di dimensioni inferiori rispetto un mese fa ).

L'estate è quasi alla fne e ancora non ho effettuato gli esami ( vacanze, ferie del dottore..) ed io continuoa non sentirmi bene.Da qualche giorno è ritornato il dolore alla parte destra della mandibola..del sottomandibola..e del collo..come delle fitte...diciamo più un fastidio che un dolore.All'angolo della mandibola, prorpio attaccato all'osso sento comequalcosa di duro, assomiglia ad un tendine.
Non so a chi rivolgermi....
Che ne dite?
Grazie a tutti coloro che vorranno prendere in considerazione il mio caso.
Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Riassumendo: in primavera ha fatto una orchite, o orchiepididimite, con febbre e dolore. Dalla successiva ecografia viene assolto l'epididimo ma si conferma il testicolo. Io concludo: orchite.

La terapia antibiotica con chinolonico e' stata burrascosa (reazione avversa al farmaco, peraltro non di matrice allergica) comunque e' servita visto che adesso i dolori sono altrove.

Adesso vedo una serie di esami piu' o meno ragionevoli (perche' insistere con i trigliceridi e solo alla fine il colesterolo?) da cui cmq si conclude che non c'e' infiammazione sistemica, la tiroide e' compensata, il glucosio e' sempre altino e il fegato un po' mosso.

L'eco tiroidea suggerisce pregressa tiroidite.

Infine, se ben interpreto, dolore in bocca, o attorno alla bocca, all'angolo mandibolare, piu' o meno con linfonodi.

E' accettabile questo riassunto?

Se lo e' io vedo due ipotesi concomitanti: la piu' ovvia e' la necessita' di confermare la tiroidite, mediante dosaggio degli anticorpi antitiroide e monitoraggio di fT4-TSH.

La seconda e' che i dolori all'angolo mandibolare potrebbero indicare parotite e una infezione congiunta a parotide e testicolo (e forse tiroide) fanno pensare a una infezione virale da virus della parotite, che avrebbe peraltro risparmiato le sottomandibolari.

L'ipotesi merita approfondimento (titolo anti parotite, dosaggio amilasi e isoenzimi, SSA e SSB) non solo perche' spiegherebbe l'intera storia ma perche' suggerirebbe di stare attenti al pancreas, che e' un'altra possibile vittima di queste infezioni, e a monitorare la funzionalita' testicolare.

Tutto questo a livello di esercizio intellettuale, che poi il suo medico potra' opportuamente escludere o includere nelle sue valutazioni.

Una piccola curiosita': 1) cos'e' l'infiammazione del condilo? 2) "Verso i primi di maggio comincio a sentire i sintomi di una cistite , forse anche di una prostatite". Puo' descrivere i sintomi di una cistite o forse anche prostatite?



[#2] dopo  
Utente 783XXX

Iscritto dal 2008
Dottore, buonasera.
Grazie per aver preso in considerazione il mio caso.

Per iniziare , per infiammazione del condilo intendo il condilo mandibolare.
Si, in linea di massima il rssunto che ha fatto è corretto.
Per il resto cerco di fare ulteriore chiarezza.
Andiamo per ordine temporale in maniera molto schematica :

marzo-aprile-- probabile prostatite :dolore all'atto dell'eiaculazione ( bruciore ) e sensazione di gonfiore all'ano.

fine aprile-- inizio dei sintomi della cistite : bruciori all'atto della minzione, colore scuro + cattivo odore delle urine.

fino a metà maggio continuo con questi sintomi e un senso di spossatezza.

15 maggio diagnosi orchi-epididimite ( febbre pomeridiana per 3 gg , risolta dopo il 1° antibiotico: Ciproxim )

fine magggio-- senso di pressione al collo + fitte sotto la mandibola dx e sx

1 giugno-- Pronto Soccorso : diagnosi di intolleranza al farmaco ( levoxacin )
fino al 5 giugno : detacortene + lansox

Dal 5 giungo-- nausea+ferite in bocca ( solo sulle gengive ) per circa 1 settimana.

Un lento miglioramento generale.I fastidi che si sono protratti più a lungo sono stati quelli relativi al senso di pressione al collo, come se 2 mani mi stringessero, fitte sotto le mandibole , credo dovute all'infiammazione dei linfonodi, dolori che arrivavano fino all'angolo mandibolare, e fino a quello spazio che c'è tra mandibola ed orecchio.
Ad oggi c'è stato un riacutizzarsi dei dolori su questo spazio ( orecchie-mandibola) con la presenza di un piccolo ( palpabile , non dolorante ) linfonodo proprio nella pare posteriore della mandibola, sotto l'orecchio.

Aggiungo che, appena sento un po di aria fredda ( aria condizionata) sento un dolore alle orecchie.Stessa cosa quando vado sotto sforzo per leggera attività fisica.

Spero di non aver fatto ancora più confusione.

Per la Sua 1° ipotesi: in attesa di risposte analisi del sangue per valutazione tiroide.
Per la Sua 2° ipotesi: io i dolori all'angolo mandibolore li ho avuti dopo l'orchite...a ho cominciato ad avvertirli dopo 15 gg...e sono ritornati da circa 7 gg

Per informazione di cronaca : i valori mossi del fegato non sono una novità : ho tolto l'anno scorso la coliciste e al minimo problema vado in "sofferenza".

Scusi , a titolo informativo, perchè è importante il colesterolo (perche' insistere con i trigliceridi e solo alla fine il colesterolo?)

Potrebbe sviluppare meglio : "da cui cmq si conclude che non c'e' infiammazione sistemica"

Grazie ancora.
Saluti
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Quando un pz ha febbri e dolori si vuol sapere se e' una cosa "che fa male li'" (locale) o se rientra in una discorso piu' ampio (sistemico). Si guardano degli indicatori di flogosi (Ves, PCR, gl. bianchi) che indirizzano in tal senso. un problema sistemico e' piu' importante di uno locale, che non arriva a muove gli indicatori di cui sopra.

il colesterolo e' piu' importante dei trigliceridi nel predire il rischio di aterosclerosi (infarti e ictus). i trigliceridi non predicono .

la localizzazione del suo dolore non e' incompatibile con un risentimento parotideo. La sua storia e' atipica rispetto alla mia ricostruzione, in quanto nel suo caso l'orchite precederebbe la parotite, mentre di solito e' l'opposto. L'importante e' che non si estenda al pancreas, le glicemie sono al pelo della norma.

l'accoppiata "afte orali" - "problemi genitali" potrebbe anche far pensare a una sindrome di behcet, in cui pero' piu' dell'orchite sono tipiche le ulcere genitali, assieme a dolori articolari e vascolari.
[#4] dopo  
Utente 783XXX

Iscritto dal 2008
Quindi, se ho ben capito, anche se l'ordine degli eventi è atipico è comunque uno scenario possibile.Interpreto bene??

Inoltre,riporto i rsultati degli esami ritirati questa mattina:

ERITROCITI 5,03 (4,00-6,20)
EMOGLOBINA 15,0 (14,00-18,00)
EMATOCRITO 46,1 (42,00-52,00)
MCV 91,7 (82-96)
MCH 29,8 (27-31)
MCHC 32,5 (32-36)
LEUCOCITI 6630 ( 4000-10000)
LINFOCITI 2307( 1500-4000) 34,8 %
MONOCITI 550 (FINO 950 ) 8,3%
NEUTROFILI 3434(1500-6500) 51,8 %
EOSINOFILI 278 (FINO 300) 4,2 %
BASOFILI 60 (FINO 100 ) 0,9 %
PIASTRINE 232 ( 150-400)
VES 5
TAS 78 ( fino 116)
STREPTOZYME : POSITIVO-------------------
PRC <1,0 (FINO 7,5)
CREATININA NEL SIERO 1,2(0,6-1,3)
UREA NE L SIERO 32 ( 10-52)
FT3 3,23 ( 2,1-3,9)
FT4 0,79 ( 0,55-1,70)
TSH 3,75 ( 0,15-3,70)----------------
A-TPO 294 ( fino a 12 )--------------------
A-TG 32,6 ( fino 1 34 )

ESAME DELLE URINE
In rileivo
EMOGLOBINA REAZIONE POSITIVA MEDIA----------

Ecco i miei dubbi:

--l'emoglobina nelle urine può essere consequenza della pregressa cistite??
--I vari valori riferiti alla tiroide confermano l'ipotesi emersa nell'ecografia??Possono giustificare i vari malesseri da me lametati??

Il valore TSH (3,75) è di pochissimo oltre il limite.E' importante sapere se è un valore in fase crescente o calante???

Che significa STREPTOZYME : POSITIVO ??


Non ho mai scritto i miei dati:
Maschio,34 anni, 95 Kg , 193
Sempre grazie per l'attenzione che dimostra.

Saluti



[#5] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
lo streptozyme e' una variante del TAS (ricerca anticorpi contro le tossine rilasciate dallo streptococco). il TAS normale cerca solo gli anticorpi anti streptolisina O, lo streptozyme ne cerca molti altri, e' piu' sensibile ma meno standardizzato. In pratica e' un test al lattice che agglutina o non agglutina, ecco perche' dice solo "positivo" mentre il TAS ha prodotto un numero (peraltro negativo). Non so perche' abbiano fatto due test per il medesimo esame.

il sangue nelle urine puo' venire da vescica o uretra, ma potrebbe venire anche dal rene, bisogna fare una lettura del sedimento appena emesso e vedere la morfologia d. emazie per tentare una differenziazione.

infine, si', i valori della tiroide mostrano presenza di autoanticorpi (tireoperossidasi) indice di tiroidite autoimmune, e l'innalzamento del TSH indica una forma di ipotiroidismo iniziale l'ipofisi deve gridare di piu' per far reagire la tiroide). Quindi l'ipotesi di tiroidite risulta confermata e per adesso e' la cosa piu' concreta che abbiamo in mano.

Dato l'innalzamento del TSH, il suo medico potrebbe decidere di iniziare un trattamento con eutirox a basse dosi per aiutare la tiroide.

[#6] dopo  
Utente 783XXX

Iscritto dal 2008
Sono stato stamattina dal mio medico curante.
Programmerò appena possibile una visita endocrinologa per vedere il da farsi riguardo la tiroide.

Per il sangue delle urine farò una ecografia...nulla riguardo lettura del sedimento appena emesso.

In riferimento allo streptozyme mi ha prescritto un tampone faringeo.La titolazione degli anticorpi si esegue con il tampone o è un altro esame??
Secondo Lei, i miei malesseri del collo e del sottomandibola/poteriore mandibola, potrebbero essere ricondotti alla positività allo streptozyme??

Dottore,mi faccia sapere cosa ne pensa.
Grazie nuovamente.

Appena ho i risultati dei test l'aggiornerò
Saluti.


[#7] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
TAS e streptozyme cercano segni della presenza, presente o passata, dello streptococco.

Il tampone lo coltiva direttamente, e dimostra se c'e' o non c'e' al momento del tampone.

Per la verita' lo streptococco e' un germe clinicamente poco appariscente e spesso non da' particolari disturbi, non penso che sia lui a farle dolere.
[#8] dopo  
Utente 783XXX

Iscritto dal 2008
Salve, avrei voluto aspettare di avere in mano gli esiti dei vari esami, ma visto che va per le lunghe in tanto anticipo l'evoluzione del mio caso.

Il tampone, eseguito aramai 20 gg fa ha dato esito negativo.
L'endocrinologo per ora mi ha consigliato di non fare nulla, e ripetere gli esami verso la fine dell'anno.

Sto attendento di fare l'ecografia alle ve urinarie, programmata per la prossima settimana.
Non mi sono più recato dal mo dottore, lo farò quando avrò l'esito dell'ecografia.

I miei vari dolori stanno scomparendo quasi del tutto, solo qualche leggere fastidio legato ( credi )ai lifonodi: mi sembrano decisamente piccoli e duri, come sassolini. E' normale?? a quanto leggo mi sembra di si , qualcuno prospetta che possono rimanere così per lungo tempo...giusto???

Inoltre , ho il sospetto che non capiremo mai cosa è accaduto nel mio corpo qualche mese fa...oramai è passato troppo tempo..che ne pensa??

Per ultimo Le chiedo : ho proposto qualche quesito in maniera non corretta???Quale???

La ringrazio.
La terrò informato in caso di evoluzione significative.
Grazie ancora.
Saluti



[#9] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
L'invito a leggere "come porre correttamente quesiti online" e' la mia firma sotto a tutti messaggi, non era assolutamente una critica rivolta a lei.

[#10] dopo  
Utente 783XXX

Iscritto dal 2008
Egregio Dottore Buonasera. Vedo che è sempre molto attivo!!.Eccomi di nuovo, con aggiornamento sul vecchio consulto e nuovi quesiti.
Veniamo al dunque.
Con il passare del tempo la situazione è migliorata.
E' rimasto un dolore all'inguine e dopo varie ecografie, sono stato invitato a fare una RNM al rachide lombo-sacrale perchè il fatto che il dolore si estenda al gluteo, schiena parte bassa e coscia fa pensare ad un infiammazione dello stesso. Ho effettuato la risonanza la settimana scorsa e dovrei ricevere l'esito inizio settimana prossima.

Durante l'inverno mi sono beccato un paio di raffreddori, di breve durata, i quali ( credo ) mi hanno anche infiammato i linfonodi sotto mandibolari per qualche giorno. Per questo mi sono recato dal dottore il qual eogni volta mi scacciava dallo studio tranquillizzandomi sul fatto che non fosse niente. Dall'ecografia eseguita per controllo tiroide si evidenzia : tiroide invariata rispetto al precedente controllo e alcuni linfonodi ovoidali di circa 5 mm, ipoecogene, con scarso flow-color, in fase regressiva.
Comunque, ad oggi, se cerco questi benedetti linfonodi tra le fasce muscolari, li trovo, grandi come chicchi di grano ma comunque li trovo.
Riporto anche gli esami fatti negli ultimi mesi ( richiesti dall’omeopata che mi seguiva. Non mi dite niente..avevo già deciso di smetterla con tutti questi esami)

Ottobre 2008
E r i t r o c i t i 4,95 milioni/mcl 4,00 - 6,20
Emoglobina 14,7 g/dl 14,0 - 18,0
Ematocrito 44,0 % 42,0 - 52,0
Volume globul.medio (MCV) 88,9 micron c 82,0 - 96,0
Contenuto medio di Hb (MCH) 29,7 pg/emazia 27,0 - 31,0
Concentr. media di Hb (MCHC) 33,4 g/dl emazie 32,0 - 36,0
L e u c o c i t i 7.170 /mcl 4.000 - 10.000
Linfociti 2051 /mcl (28,6 %) 1.500 - 4.000
Monociti 609 /mcl ( 8,5 %) 0 - 950
neutrofili 4280 /mcl (59,7 %) 1.500 - 6.500
eosinofili 186 /mcl ( 2,6 %) 0 - 300
basofili 43 /mcl ( 0,6 %) 0 - 100
P i a s t r i n e 212 migl./mcl 150 – 400
RICERCA HELICOBACTER PYLORI NELLE FECI Positiva
TRANSAMINASI GO (AST) 23 U/l 11 - 42
TRANSAMINASI GP (ALT) 51 U/l 11 - 40
TRIJODOTIRONINA LIBERA (FT3) 2,90 pg/ml 2,10 - 3,90
TIROXINA LIBERA (FT4) 0,92 ng/dl 0,55 - 1,70

Dicembre 2008
E r i t r o c i t i 4,77 milioni/mcl 4,00 - 6,20
Emoglobina 14,4 g/dl 14,0 - 18,0
Ematocrito 42,1 % 42,0 - 52,0
Volume globul.medio (MCV) 88,3 micron c 82,0 - 96,0
Contenuto medio di Hb (MCH) 30,2 pg/emazia 27,0 - 31,0
Concentr. media di Hb (MCHC) 34,2 g/dl emazie 32,0 - 36,0
L e u c o c i t i 6.030 /mcl 4.000 - 10.000
Linfociti 2213 /mcl (36,7 %) 1.500 - 4.000
Monociti 422 /mcl ( 7,0 %) 0 - 950
neutrofili 2997 /mcl (49,7 %) 1.500 - 6.500
eosinofili 350 /mcl ( 5,8 %) 0 - 300
basofili 48 /mcl ( 0,8 %) 0 - 100
P i a s t r i n e 217 migl./mcl 150 - 400
TRIJODOTIRONINA LIBERA (FT3) 2,87 pg/ml 2,10 - 3,90
TIROXINA LIBERA (FT4) 0,88 ng/dl 0,55 - 1,70
Ab anti-TIREOPEROXIDASI(a-TPO) 340,9 UI/ml 0,0 - 12,0
Ab anti-TIREOGLOBULINA (a-TG) 23,8 UI/ml 0,0 - 34,0

Febbraio 2009
E r i t r o c i t i 4,76 milioni/mcl 4,00 - 6,20
Emoglobina 14,5 g/dl 14,0 - 18,0
Ematocrito 42,4 % 42,0 - 52,0
Volume globul.medio (MCV) 89,1 micron c 82,0 - 96,0
Contenuto medio di Hb (MCH) 30,5 pg/emazia 27,0 - 31,0
Concentr. media di Hb (MCHC) 34,1 g/dl emazie 32,0 - 36,0
L e u c o c i t i 7.200 /mcl 4.000 - 10.000
Linfociti 2808 /mcl (39,0 %) 1.500 - 4.000
Monociti 583 /mcl ( 8,1 %) 0 - 950
neutrofili 3427 /mcl (47,6 %) 1.500 - 6.500
eosinofili 331 /mcl ( 4,6 %) 0 - 300
basofili 50 /mcl ( 0,7 %) 0 - 100
P i a s t r i n e 227 migl./mcl 150 - 400
TRIJODOTIRONINA LIBERA (FT3) 2,80 pg/ml 2,10 - 3,90
TIROXINA LIBERA (FT4) 0,93 ng/dl 0,55 - 1,70
TIREOTROPINEMIA (TSH) 3,57 microUI/ml 0,15 - 3,70


Marzo 2009

E r i t r o c i t i 4,70 milioni/mcl 4,00 - 6,20
Emoglobina 14,0 g/dl 14,0 - 18,0
Ematocrito 41,2 % 42,0 - 52,0
Volume globul.medio (MCV) 87,7 micron c 82,0 - 96,0
Contenuto medio di Hb (MCH) 29,8 pg/emazia 27,0 - 31,0
Concentr. media di Hb (MCHC) 33,9 g/dl emazie 32,0 - 36,0
L e u c o c i t i 5.640 /mcl 4.000 - 10.000
Linfociti 2019 /mcl (35,8 %) 1.500 - 4.000
Monociti 451 /mcl ( 8,0 %) 0 - 950
neutrofili 2820 /mcl (50,0 %) 1.500 - 6.500
eosinofili 310 /mcl ( 5,5 %) 0 - 300
basofili 39 /mcl ( 0,7 %) 0 - 100
P i a s t r i n e nel sangue 194 migl./mcl 150 - 400
RICERCA HELICOBACTER PYLORI NELLE FECI Negativa
TRIJODOTIRONINA LIBERA (FT3) 2,86 pg/ml 2,10 - 3,90
TIROXINA LIBERA (FT4) 0,95 ng/dl 0,55 - 1,70
TIREOTROPINEMIA (TSH) 3,05 microUI/ml 0,15 - 3,70

Adesso veniamo al nuovi quesiti.
Circa 3 settimane fa, dato il mio incessante cercare, ho sentito dei gonfiori sotto entrambe le ascelle. Mi reco dal medico che mi ha detto che erano uguali sia a dx che a sx e che erano pacchetti linfonodali che ci devono essere e che erano del tutto normali.
Non soddisfatto ho continuato a cercare fino a che un giorno non ho sentito un po di dolore con un gonfiore che mi è sembrato più grande rispetto a quanto palpato i giorni precedenti. Mi reco di nuovo dalla dottoressa che pur convinta che non ci fosse bisogno di approfondimento, mi consiglia comunque una visita ematologica.
Mi sono recato a questa visita in preda alle paure più grandi. Il dottore U(primario reparto operativo Medicina interna ospedale medio grande delle Marche ) dopo una visione agli esami del sangue che avevo con me ( sopra riportati ), alla ecografia tiroide e collo, dopo una palpazione ascelle, addome,inguine, collo, polmoni e robe del genere ha sentenziato che non avevo assolutamente niente!!!, che i linfonodi erano profondi, piccoli ( al max 1 cm , a me sembrano grandissimi !!! )

Referto visita ematologica:
il paziente presente obbiettivamente piccoli linfonodi in sede inguinale e ascellare bilateralmente assolutamente aspecifici.
Reperto occasionale di tiroide in fase eutiroidea.
Si consiglia terapia ansiolitica.
Controllo semestrale del TSH.

Io li per li mi sono talmente sollevato che non ho fatto nemmeno una domanda, poi i dubbi mi sono venuti: non solo non mi ha chiesto approfondimenti (analisi del sangue, ecografia..ecc..ecc ) ma addirittura mi dice di sospendere qualsiasi esame e di ripetere il TSH fra 6mesi.

Arriviamo al dunque: so bene che non è corretto chiedere giudizi sull'operato altrui, soprattutto quando questo qualcuno mi ha visitato di persona e voi no (non chiedo questo) , chiedo solamente se in tutta questa storia vedete qualcosa di strano oppure no.
Vi spiego da dove arriva la mia diffidenza.
Se leggete l'inizio del consulto , vi accorgete che la mia dottoressa + l'ecografo ( anche lui medico convenzionato ) hanno scambiato un infezione al testicolo per varicocele!!!!!!!; e che abbiamo trovato una tiroidite cronica solo su mie pressioni, che ( forse ) risolvo il problema all'inguine dopo 3 visitie e 2 ecografie....Capite da dove nascono i miei dubbi!?!?
Quindi in sostanza, chiedo semplicemente cosa ne pensate, se in tutta questa storia vedete qualcosa di strano oppure no.
Ringrazio ancora una volta in anticipo per l’attenzione che riserva alla richiesta.
[#11] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
al di la' di un certo livello di complessita' i quesiti online sono ingestibili. Questo purtroppo supera le mie capacita'.

perche' continua a fare emocromi ogni due mesi?

perche' un omeopata le consiglia analisi chimiche riduzioniste?

perche' lei va da un omeopata?

perche' si cerca incessantemente linfonodi?

perche' considera superficiali altri colleghi che glieli liquidano come irrilevanti?

lei e' convinto di avere qualcosa che solo una sua tenace e caparbia ricerca, a dispetto di tutti i faciloni, potra' finalmente chiarire.

Io pero' non ho ancora capito che problemi clinici lei ha. Uno malato sta nel letto e non puo' andare a lavorare: lui ha una limitazione dovuta alla malattia. Uno depresso sta in casa e non esce: ha una limitazione. Uno con la leucemia non ha limitazioni ma pero' ha davanti una scadenza temporale ravvicinata. ecc.

Lei esattamente come descriverebbe in termini di limitazioni il suo problema?

[#12] dopo  
Utente 783XXX

Iscritto dal 2008
Bhè Dottore, in effetti non mi sento di darle torto…un po di confusione ce l’ho anch’io.
Allora :

1-vado da un omeopata che mi ha in cura per tiroide hashimoto. Si cerca di limitare l’auto aggressione della tiroide.

2-gli emocromi e valutazione ormoni tiroidei mi sono richiesti dall’omeopata per verificare se la cura per la tiroide ha i suoi effetti. Io personalmente avevo cominciato a nutrire dubbi tanto che ho sospeso la cura già da qualche tempo. Ho fatto l’ultimo esame solo perchè già prenotato.

3-Faccio le analisi che mi richiede , anzi per dirla tutta mi chiede anche gli anticorpi ( io non li faccio ). L’unica volta che li ho fatti su sua richiesta i risultati non erano quelli che aveva predetto.

4- Io non so se cerco i linfonodi. Semplicemente uno se sente un fastidio si tocca, e toccandomi sento i linfonodi. Ne parlo con il mio dottore, che dopo valutazione fisica e ecografia mi dice che i fastidi non possono derivare da quello perché piccoli e in fase regressiva.

5- Non considero superficiali i colleghi che mi liquidano in poche parole. Ho solo paura che si possa ripetere quello che, secondo la mia opinione, è già accaduto tempo fa ( vedere inizio del consulto ) e cioè che ci si accorga di una patologia sono quanto è esplosa.

6- Secondo lei è possibile scambiare un orchiepididimite per varicocele

7- Secondo lei è possibile, dopo che ho un dolore all’inguine per mesi, se l’ecografia non evidenzia niente, dire che non c’è niente? ( ho preso il referto della risonanza megnatica , dove si evidenzia un processo degenerazione ad L4 L5 ecc…eccc… ). Io mi chiedo : se sento dolore qualcosa ci dovrà pure essere?!?!? Mi corregga se mi sbaglio

8- Il problema che ho ora sono questi linfonodi ascellari, che non so da quanto sono li, so che qualche giorno mi hanno dato fastidio, poi non più, ma sono rimasti li. Giudicati piccoli ecc…ec… , come da referto ematologo.
Ecco..io mi chiedo , è possibile che si ripeta un qualcosa come ai punti 6 e 7 ??

Ripeto, credo che il mio problema principale sia che ho perso un po’ di fiducia in chi mi esamina, anche se poi sono professionisti di alto livello ( come l’ematologo ultimo che mi ha visitato ).

Non mi sento limitato in niente, fortunatamente la mattina mi alzo e vado al lavoro ; c’è solo questo dubbio che lavora dentro come un tarlo.
Ho scritto di nuovo sul sito per avere un opinione, da altri professionisti, se vedono un errata inquadramento della situazione. Non so se è una richiesta onesta , capisco che Lei non mi ha mai visitato, infatti non le chiedo un parere medico , le chiedo solo se secondo lei è stato fatto quello che andava fatto…

Spero di essere riuscito a spiegare quello che provo…
Saluti e buona serata a tutti.
[#13] dopo  
Utente 783XXX

Iscritto dal 2008
Ho scritto qualcosa che non va?
[#14] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
No e anzi la ringrazio per aver risposto, ma in tutta onesta' non ho piu' commenti sensati da produrre.

Internet funziona meglio su domande secche e non su situazioni complesse, occorre accettarne i limiti.
[#15] dopo  
Utente 783XXX

Iscritto dal 2008
In effetti ho solo chiedo un opinione di come erano state affrontate le mie problematiche dai suoi colleghi che mi avevano seguito e non un'interpretazione dei mei malesseri.
Comunque capisco benissimo che quando non ci sono evidenti segni clinici diventa difficile se non impossibile, inquadrare correttamente una situazione.
Detto questo, la ringrazio Dottore per tutto il tempo che mi ha dedicato.