Utente 365XXX
Gentile Dottore,
ho 50 anni, un metro e settanta per 84Kg e da sei mesi soffro di un disturbo abbastanza singolare... mi capita di svegliarmi di notte con un forte dolore a una o due dita del piede. Inizialmente il disturbo si presentava circa una volta a settimana, ora la frequenza è aumentata e ne soffro quasi tutte le notti. Il dolore passa se mi alzo in piedi e cammino un po'. Quando mi corico per qualche tempo non sento alcun dolore, ma puntualmente, dopo due o tre ore, il fastidio si ripresenta e per farlo passare l'unico rimedio è alzarsi. Sono andato da un ortopedico che mi ha prescritto una fisioterapia a base di laser, massaggi e applicazioni magnetiche ma non mi sembra di avere ottenuto significativi risultati. Mi chiedevo se poteva trattarsi di un problema di circolazione. La ringrazio per l'attenzione e la saluto con cordialità
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
per quanto il disturbo da Lei lamentato sembri riferibile ad una sofferenza di tipo readicolonevritico (rachide lombosacrale), una patologia di tipo circolatorio potrebbe essere facilmente esclusa dal Suo Medico mediante il solo esame clinico (visita) e la ricerca dei polsi periferici.