Utente 357XXX
Salve dottori vorrei esporvi il mio "problema".
Tutto inizia agli inizi di novembre quando per puro caso palpo un linfonodo situato quasi alla fine del collo sul lato dx e li comincia il panico .
il giorno seguente vado dal mio medico curante il quale lo definisce come un normalissimo linfonodo laterocervicale che non merita ulteriori indagini strumentali poiché per lui dopo la palpazione risulta normalissimo ne infiammato o altro.
ora la cosa che mi lascia perplesso è che io so che in condizioni normali i linfonodi non dovrebbero essere affatto palpabili se non in particolari patologie più o meno gravi.
ora è probabile che io abbia un linfonodo palpabile senza infiammazione o altro ? Il linfonodo non dovrebbe raggiungere nemmeno un centimetro, almeno così sembra.
Poi ho notato che portando il braccio destro al collo il linfonodo sembra rimpicciolirsi e allungarsi leggermente o almeno ho questa sensazione inoltre in base alla posizione che assumo sembra essere meno o più palpabile .
non so se può essere utile ma alla fine di settembre inizio ottobre ho effettuato un emocromo completo come, urine, valori epatici ecc ecc e una risonanza magnetica per un controllo alla cervicale e alla fine tutto negativo. Successivamente il mese di ottobre ho avuto una faringite curata con agumentin e poi una tonsillite curata con citromax per tre giorni e poi dopo una settimana altri tre giorni di citromax inoltre presento denti del giudizio che continuano a rompere le gengive da anni .
ho 22 anni sono alto 1.88 x 89.5 kg fumatore non ho pruriti diffusi ne febbre e ne perdita di peso .
la mia paura è che possa trattarsi di un linfoma visto che è lì da un mese .
Da pochi giorni poi ho notato un linfonodo all'inguine esclusivamente a destra anch'esso palpabile leggermente dolente di dimensioni di circa 1/1.5 cm un po duro di quello al collo e anch'esso mobile.
spero che rispondiate .
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Già le è stata data una risposta efficace rispetto alla sua domanda, quindi si faccia pure rivisitare dal suo curante e se lo stesso le ripeterà di non preoccuparsi stia tranquillo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
Salve dottore innanzitutto la ringrazio per la risposta.
La mia preoccupazione proviene dal fatto che non lamento sintomi di alcuna natura .
quello al collo lo associo magari agli episodi infettivi e infiammatori di cui ho sofferto ad ottobre mentre non mi spiego quello all'inguine che è palpabile soltanto a destra visto che non credo di avere alcuna infezione delle vie urinarie.
Secondo lei, con la premessa di un consiglio online, a cosa è dovuto ?
Ancora grazie.
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Non è possibile stabilirlo senza una visita diretta. Ma come le è stato detto non pensi solo al peggio.
Saluti