Utente 367XXX
Buongiorno , ho 37 anni e da circa 5 mesi a seguito della scoperta riguardo la finzione dell'orgasmo della mia compagna sono emerse in me ansie sulle causa anche dovute alla conformazione del mio pene. Premetto che abbiamo avviato un percorso sessuologico di coppia ma in me è rimasta la sensazione che il mio pene curvo di 20° a sinistra possa non stimolare i punti giusti della mia compagna.Ovviamente dopo anni di menzogne anche se la mia compagna tende ad escludere mie implicazioni sono dubbioso a riguardo. Sono stato da un andrologo al quale ho fatto vedere gli autoscatti con la valutazione di pene curvo congenito 20° circa. Lui mi ha detto che se voglio con un 'intervento posso correggere la curvatura.
Fino ad oggi non avevo mai dato peso alla curvatura in quanto sapevo che bene o male tutti hanno curvature . Oggi però lo stato d'animo è un pò diverso. Durante l'atto sessuale non ho dolore anche se con l'attenzione parecchio rivolta a cio' sembra che non scorra proprio fluidamente all'interno della vagina.
Volevo chiedere se la mia curvatura è fuori dalla normalità e necessita una correzzione e se questa in qualche modo ha a che fare con l'orgasmo della donna(si legge ogni tanto che ci sono curvature che favoriscono o meno ).
Ci sono metodi alternativi alla cururgia che non mi sembra proprio priva in assoluto di controindicazioni.
Grazie per l'attenzione.














Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Una curvatura di 20° non dovrebbe compromettere la qualità del rapporto anzi, a volte può stimolare maggiormente. E' già stato valutato da un andrologo che le ha proposto l'eventuale correzione.

Non attribuirei comunque al pene curvo l'anorgasmia della partner. Proseguirei con il percorso sessuologico che avete intrapreso.