Utente 329XXX
Buonasera, in questi ultimi anni ho notato un evidente impoverimento della capigliatura. Ho sempre avuto capelli fini, ma folti. Attualmente vedo una capigliatura molto meno folta, anche se non ne perdo molti,nè quando li lavo, né quando li pettino. Si tratta di un diradamento uniforme, non a chiazze. Poiché da alcuni anni assumo l'Oncocarbide (1 al giorno) per una patologia ematologica Le chiedo : 1) questo medicinale può essere ritenuto responsabile ?. Ho provato per due mesi ad assumere Sincrobiogenina , senza risultato. 2) Esiste un farmaco alternativo ? 3) In questi casi è preferibile un farmaco per uso locale(es. fiale rinforzanti ) o un farmaco da assumere per via orale? Ringrazio e porgo cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Anzitutto bisogna comprendere se la sua situazione internistica sia collimabile con la descrizione della sua capigliatura.
Inoltre deve sapere che a livello dermatologico ad oggi sono possibili terapie topiche sistemiche e micro infiltrative molto attive su alcune situazioni genetiche e familiari del capello come la calvizie o alopecia Androgenetica.
Chiarisca questi aspetti con il suo dermatologo di fiducia.
Per ulteriori informazioni può leggere nel sito www.calvizie.pro
[#2] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera, ringrazio per la sollecitudine della risposta, capisco che certe situazioni vadano esaminate direttamente da uno specialista , ma mi interessava sapere la sua opinione relativa all'oncocarbide. Essendo un chemioterapico, almeno credo, può influire sul diradamento della capigliatura ? La ringrazio di nuovo. Mi basta una risposta telegrafica.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
È possibile.
Saluti ancora