Utente 368XXX
Buonasera.

Premetto che mi sono già recato dal mio medico personale per avere l'impegnativa per una visita dallo specialista. Ora sto aspettando i lunghi tempi d'attesa del servizio sanitario.

Comunque volevo chiederVi un parere.
Ultimamente, ho avuto dei problemi di erezione; non riesco a raggiungere l'erezione completa, ma sufficiente almeno per indossare il profilattico. Ciò succede anche durante la masturbazione. Ho inoltre notato che la mattina non ho più l'erezione o, se presente, è molto "debole".
Posso individuare l'inizio di questo problema intorno a settembre/ottobre 2014. In questo arco di tempo ho avuto due episodi di emorroidi, il secondo anche con importanti perdite ematiche.
Ho avuto anche episodi sporadici di fitte all'inguine, che si estendevano a scroto e testicoli. Ho eseguito un ecografia testicolare ma dagli esiti è tutto nella norma.
In questi ultimi due o tre giorni, poi, ho notato che la pelle del prepuzio è gonfia e rugosa, ma non ho ne bruciori ne irritazioni sul glande.
Ho anche notato che il tra ano e scroto ha perso un po' di sensibilità.

Il mio medico dice che i problemi di erezione possono essere collegati alla situazione delle emorrodi.
So che il problema può anche avere aspetti psicologici, ma nell'ultimo periodo non ho più una compagna e quindi non penso sia un problema legato alla "paura della prestazione". Anzi, posso aggiungere che non ho mai avuto problemi con la mia ultima compagna (cioè fino a marzo/aprile 2014).

Quali sono i vostri pareri? E quali esami dovrei effettuare, secondo voi, per avere una situazione clinica completa?

Se possibile, si possono avere riferimenti relativi a specialisti in Lombardia?

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Arrivederci
Davide

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lasciando le e4morroidi che stanno dove stanno, ora il suo problemo èuò avere cause prostaiche, ormonali o psicologiche vista l' età. Meno frequenti sono le cause circolatorie e quelle neurologiche senta un collega dal vivo per diagnosi e terapia, che ogni causa ha la sua terapia.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio dottore per la risposta.
Provvederò ad aggiornarLa quando avrò gli esiti delle visite specialistiche.

Grazie ed arrivederci
Davide
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere se vuole.