Utente 369XXX
Buonasera Gentili Medici

Ho 29 anni e da almeno 7-8 ho probemi erettili, che per dirlo in estrema sintesi si manifestano in : erezione spontanee durante la giornata assenti, ( massimo se stimolato avverto tumescenze) erezioni notturne per quanto posso monitorare, non molto forti, e che "crollano" subito appena mi alzo a vedere, erezione solo su stimolazione tattile, o mia o della partner, e che crolla non appena questa cessa; ho effettuato gli esami del sangue per prolattina ecc, ed è tutto nella norma, e allora ho effettuato ( tutto chiaramente su dettatura medica) ecodoppler che allego in descrizione.Ecodoppler penino dinamico con iniezione intracacernosa di 10 mcg PGE1
a 1O min arteria cavernosa dx PSV 17 cm/sec RI 1
A 10 min arteria cavernosa sx PSV 17 cm/sec RI1
A 20 Min arteria cavernosa dx PSV 37 cm/sec RI1
A 20 Min arteria cavernosa sx PSV 36 cm/sec RI1

Chi ha effettuato questo esame, dice che è risultato con esito nella norma; la terapia ha poi previsto assunzione giornaliera di cialis 5mg, che pero' non mi da risultati soddisfacenti ( per la precisione erezioni un filo piu robuste, ma con la stessa tendenza a crollare appena si smette la stimolazione manuale)

Vorrei un vostro parere sulla mia situazione descritta, e in piu aggiungo alcune domande : 1) questo esame da buone rasicurazioni sul fatto di non avere fughe venose? perchè leggendo in vari siti, ho avuto risposte discordanti su questo 2) l'ecodoppler è descritto come arterioso e vedo che i risultati parlano di arterie caverose dx e sx, ma non dovrebbe riguardare anche le vene? ( due anni fa feci un doppler arti inferiori x una botta alla gamba e il referto indico' i distretti venosi e arteriosi) qui leggo solo di arterie, è corretto??? o il tecnico si è dimenticato "un pezzo" di esame? 3) vorrei una risposta a questo altro dubbio, quando mi masturbo, riesco ad avere l'erezione ( debole) solo se stringo le gambe, se no non sento l'eccitazione sufficente, e come detto se mollo la stimolazione , crolla subito, tranne che se quando mollo, continuo a tenere strette le gambe, allora in parte resta in erezione, ma sento proprio che se mollo crolla, e se stringo le gambe, e come se "pompassi un muscolo" che si irrigidisce, è normale tutto cio? 4) ho ottenuto um mino di giovamento sulla erezione ( sul ragigungimento non sul mantenimento) dall'assuzione quotidiana di uno spicchio di aglio crudo, dopo che lessi che tra le sue proprietà, ha anche quelle erettili; la cosa è vera? e come va interpretata

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte che cortesemente vorrete fornirmi

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto quello che ci scrive e racconta fa pensare che la componente psicologica o relazionale, nel suo disturbo sessuale, giochi un ruolo non secondario e anche l'assunzione dell'aglio, da lei citata, va in questa direzione.

Comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
anzitutto grazie per avermi risposto dottore; beh l'aglio mi fu suggerito da un amico, ma è credo assodato sia un vasodilatatore; in quanto all'ecodoppler, i miei dubbi sono infondati? è stato eseguito in modo completo? so che queste molte domande, e insicurezze, pososno portare a far credere a un problema di tipo psicologico, ma potrebbero pure essere una conseguenza di un problema organico immagino ( non voglio rubare il mesteire, ma è cmq assodato che i problemi li ho anche quando sono sereno e tranquillo)
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'esame ecocolordoppler è stato fatto in modo ineccepibile ma questa indagine non ci dà informazioni mirate sulla componente venosa che rimane ancora oggi un problema diagnostico difficilmente valutabile senza l'utilizzo di indagini invasive e pure queste purtroppo non sempre sono definitive.

Detto questo poi le ricordo che essere sereno e tranquillo non significa non avere problemi psicologici.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
perfetto dototre, la ringrazio di nuovo, per la tempestività e la chiarezza del suo intervento; lei ( e altri eventuali medici) ritiene utile, un rigiscan ? ( gia che sono in ballo ......) da profano che non vuole sostituirsi ai medici, mi viene da pensare che sia un buono strumento, per poter fare una certa selezione tra de psicologica, e organica, ( sempre da profano credo che se dovesse risultate un rigiscan buono, allora i problemi organici dovrebbero essere escusi, perchè se c'è un problema organico, c'è anche di notte) ma aspetto le vostre illuminanti opinioni;
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo un Rigiscan nella norma taglierebbe "la testa al toro"!

Il problema è che abbiamo purtroppo molti falsi positivi,cioè indagini apparentemente non normali semplicemente per le complesse "manovre" che circondano l'indagine e non perché si è di fronte ad una patologia organica.

Comunque, se trova la struttura specialistica che lo fa, questa potrebbe essere un'indagine utile da farsi.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
gia perchè forse non in tutti gli ospedali è previsto, dato la complessità dell'operazione, che richiede un computer ecc; capisco cosa intende, se l'esame è positivo, allora siamo sicuri che non c'è nulla di organico, se è negativo, non è detto che ci sia qualcosa, visto che la sola consapevolezza di dover fare quella prova, potrebbe alterare lo stato d'animo e inficiare l'attività notturna
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Esatto!

Ha ben compreso il mio pensiero.

Ancora un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Dottore/i pero' mi è venuto un dubbio: questo esame, va fatto per essere attendibile, dopo aver sospeso per un po' i vari vasodilatatori come il cialis? non è che facendolo mentre si è in "cura" con il cialis, puo dare risultati non attendibili? ( della serie registra delle erezioni buone, ma perchè "dettate"dal cialis che dovrebbe compensare eventuali problemi anche organici anche se non li cura)
[#9] dopo  
362024

Cancellato nel 2015
Gentile ragazzo,

accolgo le riflessioni del dr. Beretta: essere sereni e tranquilli non significa che alla base di nostri comportamenti non sottendono disagi importanti.


provo, con un mio modesto contributo, a farla riflettere su questo aspetto...

< so che queste molte domande, e insicurezze, possono portare a far credere a un problema di tipo psicologico, ma potrebbero pure essere una conseguenza di un problema organico immagino ( non voglio rubare il mesteire, ma è cmq assodato che i problemi li ho anche quando sono sereno e tranquillo) >

che siano causa primaria o secondaria, allora si evince che il problema psicologico c'è!

In tal caso va individuato e chiarificato, con la dovuta elaborazione.

Quello che emerge è una dettagliata osservazione al suo corpo, con conseguente controllo e ricerca di rassicurazioni, che non le permettono di vivere con serenità il quotidiano e la sfera erotico-sessuale.

Una diagnosi a accurata è sicuramente necessaria e credo che possa continuare nelle sue indagini cliniche ed, eventualmente, aggiornarci se le fa piacere.


Un augurio,

di cuore.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se si vuole avere un valutazione "basale", è bene sospendere il farmaco almeno tre giorni prima della indagine clinica indicata.

Un cordiale saluto.
[#11] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Egr. Dottor beretta, la ringrazio di nuovo, il problema sarà vedere se dove risiedo fanno questo esame............ le vorrei chiedere perchè l'assunzione dell'aglio la ritiene una cosa legata al problema psicologico se posso? Dottoressa Albano, ringrazio sentitamente anche lei, speravo che oltre agli andrologi, intervenissero anche gli specialisti in psicologia, e il suo contributo è stato tutt'altro che modesto; il problema psicologico c'è, e si inquadra in un insicurezza di fondo che mi trascino da parecchio; bisogna vedere se questo problema, è anche la causa dei problemi per cui ho scritto, o se e solo una coincidenza e i problemi sono organici, ( ma anche fosse cosi, poi chiaramente questi hanno come effetto di aumentare i problemi della mente, aumentando l'insicurezza che ripeto ho da sempre nelal vita) per questo in effeti il rigiscan, dovrebbe fornire buone indicazioni
[#12] dopo  
362024

Cancellato nel 2015
Bene,

prosegua con le sue indagini cliniche.

A Bologna ci sono Colleghi con cui collaboro, che usano lo strumento rigiscan, ma in ambito libera professione.
Credo sia più difficile riuscire a sottoporsi a questo esame in ambito pubblico.


Si informi, comunque, anche con il suo medico di famiglia.


Un caro augurio.