Utente 368XXX
Gentili dottori, mi chiedevo se qualcuno potesse aiutarmi con l'interpretazione del mio rast test per il latte.
Sono celiaca e da quando sono a dieta aglutinata mi sono sentita molto meglio, ma saltuariamente ancora soffro di gonfiore (tantissimo gonfiore!) e disturbi che associo all'assunzione di latte. Ad ottobre ho effettuato visita allergologica con prick test per allergie alimentari (tutti negativi) e l'allergologo ha ritenuto di prescrivermi gli esami suddetti.
Ecco i risultati del rast:

DOSAGGIO DELLE IgE SPECIFICHE interpretazione
metodo : chemiluminescenza ( FDA approved )
valore inferiore a 0,35 : non rilevabili
valore 0,36 - 0,70 : basso livello valore
0,71 - 3,50 : medio-basso liv.
valore 3,51 -17,50 : medio livello
valore 17,51 - 50,00 : medio-alto liv.
valore 50,01 - 100,00 : alto livello
valore > 100 : altissimo livello (***) allergene non testato

Latte 0,100 KU/L
alfa-Lattoalbumina 0,100 KU/L
beta-Lattoglobulina 0,100 KU/L
Caseina 0,100 KU/L

Dovrò tornare dall'allergologo, ma dato che la prossima visita disponibile è tra quattro mesi ed io così non resisto,alla luce di questi valori mi consigliate di escludere dalla dieta il latte oppure è un'azione stupida e controproducente? Inoltre, dovendo fare il breath al lattosio a fine febbraio, l'esclusione del latte falsificherebbe il risultato?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Il RAST risulta negativo. Quanto ha riferito è suggestivo per intolleranza al lattosio.
Consideri che nel soggetto celiaco si possono sviluppare forme secondarie di intolleranza al lattosio, potenzialmente reversibili una volta ripristinate le condizioni di normalità dei tessuti intestinali.
Può già limitare il consumo di latticini, soprattutto latte e formaggi freschi. Saprà certamente che esistono prodotti a basso contenuto di lattosio, che dovrebbero essere meglio tollerati.
Dovrebbero averLe già dato indicazioni riguardo la preparazione al test nei giorni precedenti (alimentazione e uso di farmaci).
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore, ho effettuato il breath test al lattosio ed in attesa della visita dall'allaergologo, mi permetto di chiederle un parere. L'interpretazione al mio breath test è NORMALE TOLLERANZA AL LATTOSIO, e guardi, a questo punto mi trovo molto sconfortata.
Non che volessi per forza essere intollerante, anzi, sono contenta di aver schivato il colpo... ma allora mi chiedo cosa possa essere a darmi ancora tanto fastidio. Ho appena effettuato i controlli per la celiachia, gliadine e transaminasi sono perfette, tutti i valori sono negativi e questo mi consola moltissimo. Mi chiedo se sia possibile "immaginarsi" dei sintomi... le assicuro che quando mangio dei latticini il giorno dopo sono talmente gonfia da arrivare a pesare quasi un chilo in più!
Ho eseguito prick test per allergie alimentari e sono venuti negativi, per quelli non temevo perchè non associo particolari sintomi all'assunzione dei cibi se non al latte.
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Il "gonfiore" non giustifica l'aumento di peso. Rappresenta senz'altro una possibile manifestazione di intolleranza al lattosio ma non è specifico di tale condizione.
Se, rivalutando criticamente quella che lei ritiene adesso una associazione certa, dovesse confermare tale certezza, non ha che da comportarsi di conseguenza, indipendentemente dall'esito del test (che eventualmente può anche essere ripetuto).
Saluti,