Utente 370XXX
Martedi scorso sono stato operato di Ernia Inguinale "Ernioplastica protesica Destra",appena mi hanno svegliato subito dopo l'operazione sentivo dolori,mi hanno portato in camera,accusavo grosse fitte all'inguine,dopo un po vado in bagno per urinare,dolori fortissimi alla base del pene che si irradiava su tutto l'inguine dx. Mi sentivo malissimo ciò nonostante mi hanno dimesso perchè ero al day Surgery. All'indomani il dolore aumentava,avevo l'inguine irritatissimo con punturine,tipo scosse elettriche da tutte le parti dell'inguine,ferita, scroto e pene compreso.Il Medico di famiglia mi manda al pronto soccorso.Questa la risposta del medico P.S.:"Eseguita ieri ernioplastica dx viene per dolore clurale,normale la ferita chirurgica con ecchimosi dello scroto.Cruralgia in recente ernia inguinale." E' passata una settimana ma poco è cambiato,sempre fitte continue,inoltre in queste ultime due notti ho accusato dolori forti in corrispondenza della ferita,calore e/o bruciore interno.Cosa posso fare? quale sarà il mio destino per questo fatto specifico?Ho 72 anni sono uno sportivo,faccio gare di Bocce in campo Naz.Reg.Prov. Riuscirò a intraprendere di nuovo la mia attività?
Perchè ho dato un'occhiata su internet e mi sembra che abbiano toccato dove non si doveva!!! Ringrazio tanto in anticipo per la vostra cordiale e gentile risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
per quanto un decorso relativamente doloroso potrebbe non necessariamente evocare una complicazione, tenga presente che il regime di Day Surgery prevede successivi accessi per i controlli necessari, nonché la possibilità di contattare telefonicamente la struttura in caso di dubbi o necessità. Il Pronto Soccorso non è la struttura più indicata.
All'atto della dimissione (conclusione accesso), Le dovrebbero aver fornito indicazioni specifiche in tal senso.
[#2] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Grazie tante Dottore per la sua sollecita risposta. Era di notte ed il medico mio di base,mi ha proposto di andare al P.S. Comunque dottore poi ho telefonato al medico che mi ha operato,dandomi l'appuntamento per il lunedi,ci sono andato, e quasi sicuramente è stato imbrigliato il Nervo Ileoinguinale e/o ramificazioni,tutt'ora mi provoca delle fitte come se fossero punturine,inoltre mi fà ancora male tutta la parte bassa dx,in quella zona attualmente non c'è più nessuna sensibilità.Ora dovrò tornarci lunedi prossimo, poi sembra che debba ritornarci ancora per diverse volte.Ora io sono qui a chiedere se dopo questo danno che mi è stato procurato,ci sono delle cure e/o metodi vari che possano farmi ritornare come prima. La ringrazio ancora della sua meravigliosa gentilezza se vorrà darmi informazione di questo genere. D.Saluti e Buon Lavoro.
[#3] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Scusate nuovamente se ne approfitto,nessun medico può rispondermi a questa mia domanda,sopra esposto? Sono passati 12 gg. la situazione è di poco migliorata.Sicuramente come dicevo è stato incarcerato il nervo Ileoinguinale.Ci sono speranze della risoluzione di questo grosso problema? Ringrazio anticipatamente agli illustrissimi Medici che vorranno darmi risposta. Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
potrebbe essere opportuno attendere un lasso di tempo più prolungato (mesi) prima di poter definire con certezza una lesione irreversibile da intrappolamento di strutture nervose, che potrebbero essere coinvolte in fenomeni infiammatori non ancora del tutto stabilizzati.
[#5] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio Dottore per la risposta la quale mi da speranza del non intrappolamento del nervo, ma se cosi fosse, sarei destinato a soffrire tutta la vita o c'è rimedio? Grazie se sarà ancora gentile nel rispondermi.
[#6] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Egregi Dottori,sono qui a dare seguito al mio problema di operazione Ernia Inguinale.Sono passati quasi 3 mesi esattamente 80gg. ma io continuo a da avere grossi problemi post intervento: Dolori all'inguine che si estendono all'interno coscia,punture continue su tutta la parte interessata,compresa la ferita,pube,scroto e sulla coscia fino al ginocchio.iperestesia o ipoestesia Dolore e sensibilità alterata,avevo ricomnciato a giocare con il parere favorevole del chirurgo,ma dopo 2 gg. dolori abbastanza forti non potevo neanche abbassarmi,o stare seduto in macchina,insomma la mia situazione non è per niente bella.A questo punto si può pensare ad un intrappolamento del nervo? oppure c'è ancora da aspettare per fare questa ipotesi di diagnosi? E se cosi' fosse come potrei proseguire per analizzare il da farsi ad una eventuale guarigione? Se qualcuno di voi illustri Medici ha la cortesia e bontà di darmi risposta io ringrazio tanto. Un saluto a tutti voi e Buon Lavoro.
[#7] dopo  
Utente 370XXX

Iscritto dal 2015
Mi spiace non aver ricevuto risposta,comunque voglio mettere l'esito di una Ecografia fatta dopo 3 mesi dall'intervento,perchè io ho ancora grossi problemi,sempre fitte e male alla ferita,inoltre dolore fisso e continuo all'inguine interno coscia tanto da non avere mobilità,dolore ad inchinarmi,poi se rimango in piedi e/o camminare a lungo i dolori sono sempre più forti. Espongo qui di seguito il referto:
ECOGRAFIA CUTE E SOTTOCUTANEO Referto:
Esiti di intervento chirurgico in regione inguinale dx.con riconoscimento di strumento di contenzione iper-ecogeno.Concomita discreto Ispessimento Edemigeno dell'ipoderma lungo la retina protesica con alcune formazioni Linfonoadenopatiche di 15 mm.di diametro massimo.
Vi ringrazio se alcuni di voi Medici mi vorrà dare risposta a questo referto Ecografico D.S.