Utente 164XXX
Gentile Dottore in seguito ad un intervento alla caviglia dove mi è stata applicata una vite per una frattura e dopo i successivi 20 giorni di eparina sotto cute, attualmente a distanza di 2 mesi dall'intervento essendo ancora la caviglia molto gonfia mi è stato suggerito del PRISMA. Vorrei sapere se secondo il suo parere può essere utile fare un trattamento con questo farmaco e per quanto tempo ritiene sia necessario, a me è stato prescritto per 15 giorni 2/die.
Tuttavia per mia curiosità ho visto che ci sono due dosaggi da 50 mg e 24 mg, per cosa viene prescritto l'uno o l'altro? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pietro Mingazzini
24% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile signore
lei non ha bisogno del PRISMA che è un farmaco profibrinolitico ( nel suo caso inutile se non ha avuto trombosi ),ma di una buona riabilitazione e fisioterapia.Porti un gambaletto elastico.
la saluto
pietro mingazzini
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2006
Grazie, forse mi era stato suggerito supponendo che ci fossero ematomi nella zona perimalleolare che impedissero la buona funzionalità dell'articolazione. Un'ultima domanda: se la calza o il gambaletto elastico fossero indossati non immediatamente al mattino apppena alzati dal letto, potrebbero solo dare problemi di scorrimento sulla caviglia gonfia oppure potrebbero causare altri problemi dopo che la caviglia si è gonfiata tipo formazione di trombi, aderenze cicatriziali...Grazie ancora per l'attenta risposta.
[#3] dopo  
Dr. Pietro Mingazzini
24% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
gentile signore
si consiglia
di indossare il gambaletto appena alzati in quanto la caviglia è sgonfia ed è più facile da indossare. Oltre a ciò esplica la sua funzione appena lei si mette in piedi.Non esistono però complicanze se tarda ad indossarlo.
cordiali saluti
pietro mingazzini