Utente 799XXX
Buongiorno
Sono Wainer e scrivo dalla provincia di Bergamo
Nel 2006 dopo l'assunzione di 2 aspirine e un supradyn mi sono risvegliato la mattina con braccia e tronco pieni di pomfi, e con il volto completamente gonfio... dopo una visita al pronto soccorso e diverse dosi di cortisone sono tornato alla normalita'... non ho fatto esami allergologici in merito, in quanto con il dermatologo abbiamo convenuto che il problema fosse causato dall'aspirina (mai assunta fino ad allora).

a fine luglio quest'anno ho avuto un ascesso parodontale. ho tentato di farlo regredire con un antibiotico (zinnat) e con antidolorifici (prima tachipirina, poi ibuprofene in dosaggi elevati)per 5 gg, sostituito dopo con la spiramicina (per altri 5 gg, senza antidolorifici)... tra i due antibiotici ho fatto una visita dal dentista che mi ha curato l'ascesso...
ho smesso con gli antibiotici, tuttavia all'ultima visita di controllo dal dentista prima di partire per il mare, nonostante non avvertissi alcun dolore o rigonfiamento, una radiografia ha rilevato ancora la presenza dell'infezione. Applicata una pomata antibiotica dall'interno del dente, ora attendo la visita domani sera...
Dopo l'utilizzo del primo antibiotico, ho accusato un forte prurito ai piedi, risolto con del clarityn datomi dal medico di base...
Tuttavia appena partito per il mare (9 agosto) ho iniziato a riscontrare la presenza di pomfi sugli avambracci... pomfi piccoli, come punture di zanzare, che non duravano piu' di 24 ore, ma soprattutto in numero massimo su tutto il corpo di 6 - 8 unita'.
al mio rientro dalle ferie probabilmente a causa delle 24 ore di viaggio in auto mi sono risvegliato con le gambe e le braccia completamente ricoperte da questi pomfi (25 agosto)... sono andato al pronto soccorso e dopo una puntura di cortisone (bentalen) ho iniziato una cura con lansox, clarityn e deltacortene... i pomfi sono spariti del tutto ma al 6 giorno, quello di pausa nella cura, sono riapparsi in maniera consistente, anche sul viso (solo sulle palpebre e contorno occhi).
nuova visita al primo pronto soccorso dove mi hanno consigliato di continuare col deltacortene... seconda visita ad un altro pronto soccorso dove dopo una visita dal dermatologo mi e' stato consigliato invece di continuare col clarityn per qualche mese...

ora proseguiro' col clarityn, domani spero di avere buone notizie dal dentista ma sono un po preoccupato..
al mare mangiavo pochissimo per paura che fosse quella la causa dell'orticaria... ora qui mi sono sentito dire che le cause potrebbero essere l'ascesso, l'antibiotico, l'ibuprofene, lo stress o il cibo... inoltre ad oggi i pomfi continuano a ripresentarsi, in numero di circa 8-10 unita' e spesso nel contorno occhi

sottolineo che non sono mai stato allergico ad alcun tipo di cibo, e che nei primi 4 giorni di cura con l'antibiotico non ho ingerito alcun cibo solido e liquido, perche' non riuscivo ad aprire la bocca ne avevo alcun tipo di appetito...

vorrei avere un vostro gentile parere sulla mia situazione, l'ultimo dermatologo mi ha consigliato di verificare la situazione dell'infezione dentale prima di qualsiasi esame allergologico...
vorrei anche se possibile avere un idea di cosa tentare prima, intendo se puntare sugli esami del sangue, sulle allergie da medicinale, o su quelle alimentari...

Grazie mille per il vostro aiuto

Wainer

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Si' c'e' la comparsa di questa propensione all'orticaria la cui natura e' tutta da indagare, come dice lei "puo' esssere stato qualunque cosa", anche se il colpevole piu' verosimile e' uno dei suoi vari farmaci fra infiammatori e antibiotici.

L'approccio rigoroso sarebbe quello di sospendere tutti i farmaci e vedere se i pomfi se ne vanno. Se non e' possibile astenersi da qualunque farmaco, e' ocrretto mantenere una copertura antistaminica che dovrebbe alzare la soglia di insorgenza dei pomfi e limitare la sintomatologia, almeno finche' la stuazione odontoiatrica si e' normalizzata.

Il cortisonico e' sicuramente un ottimo antiallergico ma maschera di piu' i fenomeni infettivi / infiammatori e io eviterei di usarlo.