Utente 329XXX
Gentile dott., salve, le espongo il fatto: circa 4 anni fa, mi vennero impiantate le prime 2 viti di un impianto dentale comprendente 4 viti al titanio da posizionarsi sulla mandibola inferiore; il detto impianto nelle fasi post operatorie e nei mesi successivi, non ha causato problemi di qualche rilevanza, neppure oggi sembrano crearmi problemi di ipersensibilità, l'unico dubbio è sorto un'anno e mezzo fa quando per curare reflusso assunsi una pasticca di inibitore al lansoprazolo contenente nella composizione chimica titanio diossido/ferro ossido rosso, dopo circa 2 ore dall'assunzione della prima pillola (il farmaco si chiamava PEPTIREX) si è manifestato rush cutaneo al tronco risolto con l'interruzione della cura e assunzione di un antistaminico(il farmaco comunque, tra gli effetti collaterali può portare anche rush cutaneo, come scritto sul bugiardino); in quel momento non ci feci caso, ma oggi mi è sorto un dubbio: la reazione fu causata dal fatto che portassi l'impianto al titanio in combinazione con i 2 metalli contenuti nella pasticca? Lei cosa ne pensa? grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente a mio parere non c'è nessun nesso tra gli impianti in titanio e la reazione avversa al lansoprazolo . Per infatti avrebbe avuto manifestazioni dapprima locali. Ad ogni modo potrebbe effettuare un patch test della serie metalli comprendente anche il titanio per escludere una avvenuta sensibilizzazione
[#2] dopo  


dal 2015
Gentilissimo dott. Fancello, la ringrazio per la risposta che ha dato; quindi a parer suo non c'è il nesso con l'impianto altrimenti i disturbi sarebbero iniziati dal punto dove sono le viti, per quanto riguarda la possibile avvenuta sensibilizzazione al titanio, vorrei domandarle 2 cose soltanto: anche se fino ad oggi non si è mai manifestata, non significa che in futuro non possa accadere, e se sì come può avvenire? Grazie e scusi il disturbo
[#3] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
La sensibilizzazione può avvenire ma è un evento estremamente raro. I sintomi che compaiono sono quelli di una qualsiasi infiammazione con dolore gonfiore mobilità degli impianti . Ma mi creda e' veramente raro.