Utente 329XXX
Egregi Signori,

dai recenti esami del sangue i valori di colesterolo sono fuori norma TOT 297-LDL 238-HDL 37.
A questo si aggiunge un valore di ferritina di 403 (range 22-322). Sono poi leggermente sotto la norma le gluboline alfa 1 e beta 1, mentre l'albumina è leggermente superiore alla norma.
Malgrado una dieta sostanzialmente vegetariana con qualche eccezione di pesce (no carne),
i livelli di colesterolo al posto di scendere aumentano. Pertanto mi sono fatto una ragione circa
la necessità di iniziare un trattamento farmacologico.
Avrei alcune domande:
- Vorrei iniziare con un integratore al posto delle statine. E' consigliabile o troppo tardi?
- I valori elevati di ferritina possono dipendere dal colesterolo alto?
- la mancanza di attività fisica costante (una sola volta a settimana) può incidere sui valori di colesterolo? E lo stress lavorativo?

Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le consiglio di usare una statina. Per questo ascolti il consiglio del suo medico curante. L'attività fisica non può che farle bene, mentre lo stress lavorativo non è auspicabile, ma non ha relazione con i suoi livelli di colesterolo.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Egr. Dottore,

La ringrazio per la cortese risposta.

Ritiene che sia consigliabile partire con una statina sintetica, senza provare un
integratore naturale (ARMOLIPID PLUS, CARDIOL Etc) perchè i valori sono
troppo elevati? Ritiene un tentativo in questo senso completamente inutile?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Perché ha ostracismo nei riguardi delle statine....sono ottimi farmaci, ce ne sono di vari tipi e quelle blande sono ben tollerate e danno risultati che altre molecole non danno. Ripeto, ne parli con il suo medico curante.
Saluti