Utente 373XXX
C.a dott.santoro
Salve,a settembre 2014,alla 30ema settimana di gravidanza (prima gravidanza)ho avuto una rottura d utero nella parete sinistra dell utero (utero retro verso e fibromtoso) dove nel marzo 2013 avevo subito la laparoscopia per asportazione di un fibroma/andenomiosi.la rottura dell utero si è estesa dal fondo fino all'istmo,ha causato il distacco della placenta e il decesso del bambino.a 5 mesi da tale rottura un esame ecograficp ha evidenziato che in regione istmica a livello dell oui lo spessore della parete miometriale destra e' 17 mm quella di sinistra 8 mm ed il profilo esterno del viscere uterino appare irregolare per l assottigliamento della parete laterale sinistra.vi scrivo per sapere se secondo voi potrei tentare un'altra gravidanza e quali possibilità ci sono.grazie
[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Consiglierei, prima di un'altra gravidanza, una Laparoscopia di controllo (second look) per avere informazioni più precise sullo stato anatomico della parete del viscere. L'ecografia e l'isteroscopia possono essere utilizzate per integrare il dato Laparoscopico.
Questo il mio parere. Le decisioni si potranno prendere solo dopo un'attenta desamina delle informazioni derivanti da questi accertamenti.

Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
amche il ginecologo che mi segue mi consiglia una laparoscopia mentre altri dicono che la situazione a rischio e' già evidente con l ecografia e a seguito di quanto accaduto.cosa potrebbe evidenziare la laparoscopia oltre alla sottigliezza della parete già vista?
[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La laparoscopia potrebbe dare informazioni essenziali sullo stato dei tessuti adiacenti il presunto danno, oltre che sullo stato di cicatrizzazione dell'utero. Inoltre, con l'aiuto di appositi "palpatori" si potrebbe davvero avere la sensazione tattile di una parete a più scarsa tenuta...un dato da non sottovalutare assolutamente.
[#4] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
I tessuti circostanti potrebbero sopperire alla sottigliezza di quel lato-mi dicono che la rottura è stata estesa?Secondo lei ci potrebbe essere anche la possibilità di un intervento su tale zona lesionata per migliorarne la tenuta? L'utilizzo di questi "palpatori" e' una prassi o è un qualcosa in più rispetto alla comune laparoscopica che dovrei richiedere? Lei quindi non esclude a priori la possibilità di una gravidanza per il fatto di avere avuto la rottura nella precedente? Grazie mille per le indicazioni che mi sta dando
[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'utilizzo dei "palpatori" è la prassi.
I tessuti circostanti non possono sopperire alla tenuta della parete uterina, ovviamente, ma vanno valutati per stabilire se sono stati inglobati o meno in un processo di cicatrizzazione ed in che misura.
L'osservazione della zona sede della precedente rottura, a vista, potrebbe dare la risposta definitiva sulla opportunità o meno di una nuova gravidanza, ovviamente il tutto con il beneficio dell'inventario.


Saluti ed auguri.