Utente 350XXX
Gentili Dottori,

Buon Pomeriggio!

Vi espongo brevemente la vicenda che mi è capitata.

Premettendo che non ho molto frequentemente rapporti occasionali, sono comunque terrorizzato da un contagio possibile da HIV.

Poche settimane fa ho baciato (con la lingua, per intenderci) un mio amico che occasionalmente pratica rapporti sessuali con penetrazione - attiva, da parte sua, e col profilattico - ma fellatio (attive e passive) e baci profondi senza alcuna protezione.

Da qualche settimana gli è passata una gengivite o qualcosa di simile (non ricordo nello specifico) e da li mi ha detto di non aver piu avuto perdite di sangue in bocca. Io, timoroso, ho dato una controllatina in bocca e non mi sembrava ci fosse qualcosa di lesionato. Da li ho deciso di baciarlo con la lingua.

Tuttavia io da tempo ho il dente del giudizio nella parte destra dell'arcata inferiore che lacera la gengiva, lasciando un piccolo taglio aperto. Questo non sanguina spesso, ma solo nel caso in cui frizioni con lo spazzolino per rimuovere i residui di cibo che possono li rimanere incastrati.

Preoccupato, dopo circa 16 ore dal bacio profondo, mi sono recato nel Pronto Soccorso nella mia città per richiedere un consulto da un Infettivologo per valutare la possibilità di una PPE. Lo specialista, dopo avermi chiesto delucidazioni, ha stimato poco probabile (ma non nulla) la possibilità di contagio, qualora questo mio amico fosse infetto da HIV senza saperlo. Preciso qui infatti di non conoscere lo stato sierologico del mio amico. Successivamente, lo stesso specialista ha iniziato a farmi assumere la Terapia Profilattica Post-Esposizione, munendomi di Truvada e Isentress, da assumere per un mese.

Poche ore fa, io e questo mio amico ci siamo incontrati, e ci è scappato un altro bacio e fellatio attiva da parte sua. Non ho però sentito sapore "di ferro" in bocca, quindi credo non ci fosse stata alcuna perdita di sangue. Tuttavia, mi rimangono questi dubbi:

1) avendo scoperto che ha un dente "aperto" (devitalizzato e parzialmente otturato, credo) c'è possibilità di fuoriuscita - anche minima - di sangue che possa andare in contatto con la mia lacerazione precedentemente menzionata?

2) ammesso che il mio amico sia sieropositivo senza saperlo, con la PPE di due antiretrovirali in corso, un'ulteriore ingresso di quantità di virus HIV nel mio corpo incrementerebbero le probabilità di contagio o il trattamento profilattico provvederebbe a far si che le mie difese immunitarie lo eliminino?

3) avendo precisato prima di non aver sentito il tipico sapore del sangue, con fuoriuscite piccole di sangue può avvenire il contagio?

4) avvertendo sensazione di bruciore sulle labbra (sono un po' costipato, ed ho le labbra secche) i tagliettini "da screpolatura" sono da considerare una via d'accesso per il virus?

5) avendo ricevuto una fellatio, posso ritenermi sicuro da quella parte o è possibile contrarre il virus HIV anche quando si riceve "un'assaggiatina"?

Grazie in anticipo.
Salve.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
lei è in PEP e nonostante tutto trova l'amico e lo bacia nuovamente e in più si fa praticare una fellatio!
Non è mia consuetudine esprimere giudizi sulle condotte sessuali: ma tragga da solo le conclusioni!
La fellatio ricevuta è praticamente a rischio minimo per il ricevente, quello che riceve l'assaggiatina.

La PEP è inutile se lei persevera in condotte rischiose: il protocollo è approvato per essere somministrato entro 72 ore da un contatto a rischio o da un incidente sul lavoro,per gli operatori sanitari, per il periodo di un mese.
Non ci sono studi per rapporti teoricamente a rischio in itinere.

Per il contagio con il bacio profondo, occorre la lesione mucosa di uno dei due, lei nella fattispecie, e una abbondante quantità di sangue nella bocca del partner. Il sangue si percepisce.
Ma questa è statistica, teoria: ogni caso va considerato singolarmente.
Visto che ha questa attrazione per il suo amico, gli proponga di fare il test: se la ama o semplicemente le è davvero amico non si rifiuterà e lei potrà stare più tranquillo. E baciarlo per ore senza ansie postume.

Cordilalità.
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Grazie infinite della risposta!

Ossequi!