Utente 377XXX
Buonasera,
da qualche settimana o dei dolori testicolari e a livello inguinale sia destro che sinistro. oggi ho fatto una visita dall urologo e mi ha detto che secondo lui è tutto nella norma, attribuisce questi dolori ad uno sforzo o a un forte stress. volevo chiedervi ( mi sono dimenticato di chiedere stamattina all'urologo) se posso avere una prostatite magari molto lieve e il dottore non si è accorto( infatti i dolori non sono forti e continui, ma abbastanza modesti). La mia domanda è...l'urologo come fa a capire in pratica che io potrei avere una prostatite? quando mi visita devo provare dolore, solo in quel caso potrei avere una prostatite e magari in caso contrario la si esclude oppure la si riconosce in qualche altra maniera?
[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
la visita offre allo specialista moltissime informazioni sul suo stato di salute. Durante la visita è possibile capire se si tratta di prostatite acuta o meno in quanto al tatto la prostata appare dolente e ridotta di consistenza (tipo la consistenza del formaggino) il tutto associato alla sintomatologia clinica riferita ed all'eventuale esito di esami colturali.
Per approfondimenti: http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/959-dolore-testicolare-cronico.html