Utente 377XXX
Buonasera,
da qualche settimana o dei dolori testicolari e a livello inguinale sia destro che sinistro. oggi ho fatto una visita dall urologo e mi ha detto che secondo lui è tutto nella norma, attribuisce questi dolori ad uno sforzo o a un forte stress. volevo chiedervi ( mi sono dimenticato di chiedere stamattina all'urologo) se posso avere una prostatite magari molto lieve e il dottore non si è accorto( infatti i dolori non sono forti e continui, ma abbastanza modesti). La mia domanda è...l'urologo come fa a capire in pratica che io potrei avere una prostatite? quando mi visita devo provare dolore, solo in quel caso potrei avere una prostatite e magari in caso contrario la si esclude oppure la si riconosce in qualche altra maniera?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
la visita offre allo specialista moltissime informazioni sul suo stato di salute. Durante la visita è possibile capire se si tratta di prostatite acuta o meno in quanto al tatto la prostata appare dolente e ridotta di consistenza (tipo la consistenza del formaggino) il tutto associato alla sintomatologia clinica riferita ed all'eventuale esito di esami colturali.
Per approfondimenti: http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/959-dolore-testicolare-cronico.html