Utente 271XXX
Premetto che sono affetto da oltre vent'anni da una micosi che interessa la pelle dello scroto e quella intorno all'apertura dell'ano. Questa micosi si manifestò per la prima volta nel 1992, con una desquamazione di colore giallastro della pelle dello scroto. Dopo l'applicazione di Pevaryl crema (prescritta dal dermatologo), la desquamazione scomparve e non tornò più. La pelle dello scroto e quella intorno all'ano in seguito manifestarono fenomeni di sudorazione durante i periodi caldi, che non si verificavano prima.
Devo precisare che soffro da sempre di sgocciolamento post-minzionale e che la micosi comparve due anni dopo una circoncisione, conseguenza di un'operazione di corporoplastica.

Tre anni fa ho cominciato ha sentire un prurito sul dorso del pene in corrispondenza dell'attaccatura del pene sul pube. Il prurito si manifesta solo quando quella parte è accaldata, in genere la mattina quando mi sveglio, dopo la notte passata sotto le coperte. Di recente ho notato che, in quella parte che dà prurito, la pelle si è schiarita, presenta come delle macchie bianche, che sembrano più evidenti quando quella parte è accaldata.
Questo nuovo problema non ha niente in comune con la micosi preesistente, che non ha mai causato prurito o schiarimento della pelle.

Andrò quanto prima da un dermatologo, ma vorrei sapere, se possibile, da cosa potrebbe essere causato il problema del prurito e dello schiariemnto della pelle all'attaccatura del pene.

Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

dal Lichen simplex o neurodermite, a lesioni post-infiammatorie di vario genere ad esordi di lichen sclerosus, tutto è possibile.

fa bene ad effettuare la visita DermoVenereologica per avere una precisa diagnosi

cari saluti