Utente 373XXX
Salve, ho 24 anni e ho in casa un misuratore di pressione elettronico che monitorizza anche i battititi cardiaci.
Ieri sera come molte altre volte ho misurato la pressione, e per la prima volta mi è uscita l'icona del cuore "doppio" che per quel modello significa la rilevazione di un aritmia del cuore.
Premetto che ho effettuato negli ultimi 2 mesi analisi del sangue, elettrocardiogramma con visita cardiologica ed ecocardiogramma, e gli esami sono risultati tutti nella norma. Soffro di pressione leggermente bassa (valori sui 110/120 - 60/50) e problemi allo stomaco (sospetta ernia iatale e reflusso gastroesofageo, devo effettuare la gastroscopia tra 1 settimana), inoltre da un pò di tempo ho fitte e dolori proprio nella zona del cuore, che sono stati attribuiti agli stessi problemi di stomaco.
Detto questo, in numerose misurazioni della pressione che ho effettuato a casa, non mi era MAI stata rilevata un aritmia. Il problema è che il macchinario non specifica di che aritmia si tratti, se di una cosa grave o di una banale extrasistole, dice solo che ha rilevato un'aritmia. Ho effettuato altre misurazioni in seguito e il simbolo dell'aritmia non è più uscito.
Mi sto un pò preoccupando, esagero? Che aritmia può aver rilevato il macchinario, e perchè non viene specificata??
Grazie per il vostro servizio, saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È probabile che lei abbia prontato qualche banale extrasistole.
Non vedo motivo di preoccupazione
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Salve, grazie per la risposta.
Vorrei disturbarla per l'ultima volta, visto che sono pò ansioso, così che possa tranquillizzarmi un pò :)
So ad esempio che non sempre dall'ECG si rileva un aritmia (se in quel momento non è in atto l'ECG non la legge)...
Ma avendo fatto anche l'ecocardiogramma, risultato tutto nella norma, dovrei stare assolutamente tranquillo? Pongo meglio la domanda: le aritmie sono SEMPRE derivate da o infarto in atto o da malformazioni del cuore? Oppure nonostante il cuore dall'ecocardiogramma risulti in "perfetta forma" e senza nessun difetto possono verificarsi comunque delle aritmie (parlo di aritmie potenzialmente pericolose o comunque non di extrasistole, tachicardia ecc...).

Grazie di nuovo per la sua cortesia e professionalità!

p.s: ieri sera mi ha rilevato nuovamente un aritmia, negli ultimi 3 giorni dal primo episodio ho fatto 10-15 misurazioni al giorno in momenti diversi per vedere se "beccavo" nuovamente il simbolo dell'aritmia, il risultato quindi è di 2 aritmie segnalate in 3 giorni, mentre da 1 anno a questa parte, con misurazioni più o meno regolari, non mi era mai comparso, nemmeno in periodi di agitazione...
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le aritmie , sia benigne che maligne , possono comparire anche nel cuore più sano.
Smetta di misurarsi la pressione 10-15 volte al giorno.
Quando avrà 40 anni chiederà come regalo di compleanno un polmone d acciaio?
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Ma quindi nonostante i vari esami cardiologici che ho fatto, compreso l'ecocardiogramma, dove risultava tutto in ordine, ora come faccio a sapere se l'aritmia che viene segnalata nel macchinario è benigna oppure no?
Pensavo che le aritmie comparissero per "colpa" di difetti o malformazioni al cuore, e avendo fatto gli esami credevo di essere al "riparo" da questo. Come mai se nemmeno dall'ecocardiogramma non è comparso nulla ora la macchina mi segnala l'aritmia (mai comparsa in 1 anno di misurazioni)?

Le numerose misurazioni le ho fatte non tanto per la pressione, ma per verificare se questi episodi di aritmia fossero stati un caso o fossero numerosi.

Grazie nuovamente per la sua disponibilità.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi l unico sistema per la diagnosi quantitativa e qualitativa delle,aritmie è l holter.
Se è così preoccupato ne programmi uno.
Arrivederci
[#6] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Grazie di nuovo, ma le chiedevo se è normale e possibile che in cuore sano e senza problemi (come evidenziato dall'ecocardiogramma) si verifichino aritmie? Non deve esserci una causa (ad esempio cattiva circolazione o cardiopatie) per far sì che si verifichino aritmie maligne?
E come mai lei dice che probabilmente la mia aritmia segnalata era una semplice extrasitole?

Le giuro che è l'ultima domanda, non la disturberò più :-)

Grazie per la sua cortesia.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile signore,
La,maggior parte delle aritmie sono benigne. Non vedo pertanto perché le sue debbano essere di altro tipo, e non vedo perché lei debba essere così preoccupato di banali aritmie e non magari per un tumore intestinale o polmonare che potrebbe avere non accorgendosene
Per ciò che riguarda le aritmie mortali queste possono comparire anche in cuori sani.
Sono 70.000 le persone in Italia che muoiono di morte improvvisa aritmica, 200 persone al giorno, una ogni 8 minuti.
Arrivederci
[#8] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Quindi mi conferma che nonostante un'ecocardiogramma o una visita cardiologica risultino perfette, può comunque venire un'aritmia maligna ugualmente?
Voglio dire, se dalle visite appare tutto nella norma, non è più improbabile sviluppare un'aritmia maligna?
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
si e' più' improbabile, ed in italiano improbabile non e' sinonimo di impossibile
arrivederci