Utente 379XXX
Egregi dottori,
mia madre è affetta dalla sindrome di Tako-Tsubo, che le è stata diagnosticata circa un anno fa, in seguito alla notizia di un lutto in famiglia. Vorrei sapere, in caso dovessi riferirle un'altra notizia del genere, come fare in modo che questo non le causi un altro attacco, come è avvenuto l'anno scorso? Mi scuso per la domanda probabilmente poco inerente, ma sono seriamente preoccupata. Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
TAle sindrome e' sostanzialmente benigna, ma richiede terapia con beta-bloccanti ed ace inibitori, farmaci che sicuramente saranno stati prescritti dai Colleghi che hanno in cura sua madre.
Evitare stress emotivi e' senz'altro raccomandabile anche se non facile da mettere in pratica nella vita odierna.
Una blanda terapia ansiolitica portrebbe essere utile.
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 379XXX

Iscritto dal 2015
Sì, infatti segue una terapia proprio con questo tipo di farmaci, compresi gli ansiolitici, che assume da prima che si presentasse la sindrome. La ringrazio per la risposta, cordiali saluti.