Utente 377XXX
Cari Dottori Buongiorno,
Vi seguo da tempo e confido in un vostro intervento . Dopo vari episodi di extrasistolia tre anni fa mi sono subito rivolta ad un cardiologo presa dall'ansia e dal panico. Mi fece una visita accurata ECG, ed ecocardiogramma e dalla vsita risultò OCP nella norma , Ritmo sinusale FC 75, ventricolo sinistro di normali dimensioni con funzione sistolica conservata; assenza di valvulopatie e di alterazioni della cinetica distrettuale.Normale pattern trans-mitralico;normali cavità destre.
Successivamente L'anno scorso ebbi episodi di tachicardia di conseguenza il mio medico curante mi suggerì un Holter , dal quale risultò Ritmo sinusale 78 bpm.Sporadici battiti etopici sopraventricolari isolati. Episodio di tachicardia sopraventricolare intorno alle 08.57.Tachicardia sinusale alle ore 13.39 ealle h8.41 meritevoli di correlazione clinico -anamestica.
Al seguito di questo risultato consultai nuovamente un cardiologo che mi fece ECG ed ecocardiogramma dal quale risultò :normali i diametri cavitari, gli spessori di parete e la funzione globale e segmentale del VSn, (FE76%), normali le sezioni di ds, assenza di versamento pericardico. Mi prescrisse così un beta-boccante Sequacor 1,25 da prendere al bisogno.
Il Problema oggi è questo che la tachicardia dopo un anno è tornata a farsi sentire prepotentemente , ed io non faccio altro che essere ansiosa pensando alla morte improvvisa. Considerando che nella mia famiglia ci sono stati casi di morte improvvisa, due zii uno di 40 l altro di 64 anni, fratelli di mia mamma( di cui non sappiamo le cause).Di conseguenza temo che possa essere affetta anch io da qualche patologia che porti alla morte improvvisa. Voi cosa mi consigliate di fare ??? Dovrei ripetere una visita cardiologica??? Aspetto con ansia vostre notizie .Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
la sua ansia non l'aiuta....
stiamo parlando di una tachicardia sopraventricolare, che è benigna per definizione ed è tralaltro una diagnosi Holter (con dei grandi limiti)...tenga presente che di tachicardie ce ne sono tante differenti per meccanismi di azione e la terapia con il betabloccante deve aver dato più vantaggi in termini di controllo degli effetti dell'ansia che non di tipo antiaritmico. Per la tachicardia si rivolga a un bravo aritmologo (un cardiologo con particolare esperienza in problemi del ritmo cardiaco) che saprà consigliarla per il meglio.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Mille per la risposta,
mi sono dimenticata di dirvi che sono una donna di 31 anni peso 55 chili e sono alta 1,65 m. I miei dubbi riguardano la morte improvvisa dei miei zii e il collegamento che potrebbe esserci geneticamente parlando anche con me (mia mamma è loro sorella). Quindi mi chiedo se una visita cardiologica è in grado di verificare se potrei o meno soffrire di particolari aritmie fatali o se devo sottopormi a particolari esami vista la mia ansia al riguardo . Grazie Ancora Anticipatamente