Utente 186XXX
Buongiorno gentili medici,

ho effettuato visita cardiologica ed elettrocardiogramma per cercare di trovare una spiegazione ai ripetuti mal di testa di cui soffro e per cercare di superare la fobia dell'ipertensione che mi attanaglia.

Anni fa infatti ho avuto un episodio di crisi ipertensiva con minima a 120, a seguito della quale ho avuto altre crisi collegate a crisi di panico, ho effettuato svariati esami alla fine ho "risolto" con xanax e prazene, ma periodicamente mi sento male, ho paura di effettuare misurazioni perche in effetti inizio a tremare e la frequenza cardiaca si alza notevolmente ed entro in un circolo vizioso.

L'ec e la visita cardiologica risultano nella norma, il dottore ha rilevato una frequenza cardiaca di 99 battiti al minuto e si è soffermato sulla cosa, io effettivamente ero molto in ansia, ma mi ha consigliato di ripetere gli esami tiroidei (sono in cura con eutirox) ritenendo che questo mio perenne stato ansioso con tutti gli annessi e connessi, potrebbe essere causato da un piccolo sovradosaggio di medicinale.
La pressione era 85 - 130 prima, 85 - 115 poi.
Mi ha consigliato inoltre di sforzarmi di tenere un diario pressorio in cui annotare le varie misurazioni.

La domanda che volevo farvi è: ma perchè la sola pressione minima viene interessata da questi rialzi di cui soffro?
Questi mal di testa potrebbero essere generati da picchi di minima alta?
Quest'ansia perenne (mi sento sempre...come se mi aspettassi qualcuno sbucare minacciosamente da dietro ogni angolo), se anche ho un appuntamento ad una certa ora lo vivo con ansia, di qualsiasi cosa faccio ne prevedo un pericolo e mi predispongo per affrontarlo.
Se entro in un bagno che non conosco temo che la porta non si riapra e sento il cuore schizzarmi dal petto, se prendo l'ascensore idem, se attraverso una strada isolata lo faccio con la convinzione che qualcuno sbuchi dall'ombra, se lascio la borsa in un cassetto a lavoro ogni volta vivo l'ansia di non ritrovarla...
è possibile che sia la tiroide la causa di questo mio stato?

Grazie mille a chi mi risponderà

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora, per escluderlo basta fare un prelievo di sangue e veder qual è il dosaggio dei relativi ormoni....ma leggendo quanto ha riportato, francamente a me sembra che lei soffra solo di ansia patologica e per questo non possiamo esserle di aiuto noi cardiologi. Deve far riferimento a uno psicologo o uno psichiatra.
cordialità