Utente 340XXX
Buongiorno dottori,in seguito a continui dolori toracici mi sono recato al PS dove mi hanno effettuato elettrocardiogramma e analisi del sangue,con mia grande sorpresa mi hanno fatto fare una consulenza cardiologica con ecocuore nonostante gli enzimi fossero nella norma e l ECG buono ma con il mio solito bbdx , l ecocuore è uscito per fortuna nella norma ma il medico ha scritto : eventuale test da sforzo ed ha chiesto di ripetere gli esami del sangue dopo 6 ore e si è raccomdato fortemente che non fumassi (ho smesso da due mesi e non ho alcuna voglia di ricominciare) tutto questo al PS dove di solito fanno solo ECG ed esami del sangue, tutti questi accertamenti e la forte raccomandazione mi hanno fatto pensare di tutto anche perché alla fine mi hanno dimesso senza alcuna diagnosi ne spiegazione sui risultati degli esami,cosa ne pensate? Avranno potuto riscontrare qualche anomalia?Perché così tanti esami e raccomandazioni? Era il tono quasi di rimproverò e disapprovazione come se ci fosse qualcosa che non va che mi ha preoccupato,Ritenete sia corretto effettuare una visita privata?grazie mille ma sta storia mi ha messo ansia anche perché i dolori vanno e vengono,ora farò una gastroscopia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
io al suo posto sarei felice di non essere stato liquidato con un ECG basale ed Enzimi.
Ci sono P.S. in cui lavorano Colleghi scrupolosi e preparati.
In quanto alla prova da sforzo, in un soggetto fumatore non vedo perchè le incuta tanta perplessità.
Io la programmerei insieme ad un Holter ECG/24 ore.
In quanto al tono di disapprovazione, se si riferiva al fumo era giustificato e lo condivido.

Il P.S. è obbligato a rilasciare il referto a pena di denuncia per omissione di atti d'ufficio.
Quindi vada e se lo faccia dare.

Spero che la gastroscopia sia stata prescritta dal curante e non sia una sua iniziativa: il fai date è molto pericoloso, in medicina.

Se un consulto presso un Cardiologo di sua fiducia può rasserenarla, nulla osta al consulto. Ma se l'ansia persiste deve curare la medesima.
Arrivederci.
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille dottore, ho fatto holter 24 h e test da sforzo sei mesi fa , entrambi negativi, non hanno ancora valenza questi due esami?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Caro signore,
credo che al P.S. non abbiano riscontrato alcuna modificazione degli enzimi di citonecrosi, opportunamente ripetuta dopo sei ore.
Dunque lei non ha avuto alcun episodio ischemico.

Non emerge la data del ricorso al P.S., se antecedente o successiva alla esecuzione degli esami di sei mesi fa.

Credo che lei stia montando un caso che per sua fortuna non esiste o meglio che esiste in forma di ansia da trattare presso uno specialista.

Le ho già scritto che il P.S. DEVE fornirle la dimissione, perchè è un suo diritto. Quindi si rivolga al Direttore Sanitario per ottenerla.

In quanto allo sforzo, se sei mesi fa era negativo lo sarà anche ora: tuttavia se può tranquillizzarla lo ripeta essendo un esame incruento.
E non fumi mai più!! Altrimenti queste preoccupazioni sono una contraddizione in termini.

Buona settimana!
Cordialità