Utente 192XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 26 anni ed è un mesetto che riscontro questo problema. Dapprima pensavo fossero eventi occasionali, ma inizio a vederne un pattern.

Ogni volta che ho un rapporto non protetto con la mia ragazza (insieme da molti anni, rapporti solo con lei) oppure dopo una qualunque masturbazione, tempo qualche ora(solitamente me ne accorgo al mattino dopo durante l'igiene quotidiana) il frenulo è arrossato, dolorante all'estensione e gonfio nella parte finale sul glande. Di solito tempo 24h il problema scompare.

All'inizio davo la colpa ad eccessivo impeto durante i rapporti, ma è successo anche altre volte in cui non me lo sarei aspettato e non imputabile a quella causa.

Quando sono in questa situazione non riesco ad avere rapporti per via del fastidio che provo e si sta facendo frustrante.

La prima domanda riguarda il tipo di visita specialistica che devo fare:
Urologica, Andrologica o Dermovenereologica(o come si scrive scusate l'ignoranza) ?

La seconda è se, a parte igiene e attenzione durante i rapporti, c'è un qualcosa che mi potete consigliare (pomate, saponi particolari) per trattare una cosa simile.

Il problema grosso e che temo è che scomparendo così come viene probabilmente arriverò dal dottore con il frenulo tutto apposto e non si risolverà nulla.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se non si pone una diagnosi,non é corretto prescrivere una terapia che,talaltro,da questa postazione telematica,non é prescrivibili né ipotizzabile. Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 192XXX

Iscritto dal 2011
Ed ecco il motivo della prima domanda: se non so da chi andare, la diagnosi non ce l'ho!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...identifichi con il suo medico di famiglia un uro-andrologo.Cordiaòotà.
[#4] dopo  
Utente 192XXX

Iscritto dal 2011
perfetto, grazie!