Utente 221XXX
dopo un anno tranquillo, senza problemi dii alcun genere, ritorno qui da voi per un uretrite.
il rapporto a rischio, che ha portato questo problema, è stato consumato martedi 14 con un mia vecchia conoscenza, un amica, di aspetto sano ( almeno apparentemente). dopo 5 giorni ho notato un gocciolina torbida, non bianca uscire dall'uretra e un pò di prurito. due giorni dopo i sintomi aumento così decido di andare dal medico, che mi prescrive queste analisi : tampone uretrale per germi comuni e miceti, gonococco, clamidia, ureaplasma e Mycoplasma hominis con antibiogramma (tranne per la clamidia e il gonococco per la metodologia usata).

sospettando una gonorrea, mi prescrive cefixima 400mg 1 volta al giorno per 7 giorni e azitromicina 3 compresse - 1 al giorno.
sono al 5 giorno, aspetto ancora gli esiti degli esami, presumibilmnte saranno pronti mercoledi, la situazione sembra invariata, se non di poco: la secrezione e diventata trasparente e moto vischiosa, la noto la mattina e quando sono un pò eccitato, inoltre ho prurito, un leggero rialzo della temperatura, il pene è molto caldo, inoltre non so è associato a questo problema, sento qualcosa agli occhi, un leggero fastidio.
voglio chiedervi, potrebbe trattarsi di gonorrea o di altro, quale altro agente porta a tali sintomi? potrebbe trattarsi di Trichomonas vaginalis? generalmente le analisi che ho fatto comprendono anche la ricerca per Trichomonas? vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore,
il tampone viene fatto per la ricerca dell' agente patogeno specifico e di conseguenza la terapia più idonea e non alla cieca....
Nel caso lo ripeta.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
sarà stata una dimenticanza del medico oppure ha ritenuto un analisi da non fare... cosa dovrei fare? devo farglielo presente appena andrò a portargli l'esito delle altre analisi?
[#3] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Deve nel caso ripetere tampone uretrale.
Saluti.
[#4] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio per la risposta. devo ripeterli tutti o solo quello mancante?
la ringrazio
[#5] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Meglio ripeterlo completo.
Saluti.
[#6] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
gentile dottore,
oggi ho ritirato le analisi, e aveva ragione il mio medico curante:
positivo per clamidia,
negativo per gonorrea, germi comuni, miceti, strept., micoplasmi, ureaplasmi.

ha detto di continuare la cura con 7 giorni di doxiciclina 100mg x 2 volte al giorno per avere maggior certezza che la clamidia venga eradicata. settimana scorsa mi aveva prescritto azitromicina.

mi ha detto di prendere dei probiotici durante la cura, e dopo 2 sett. dalla fine della cura di ripetere il test .

ho ancora delle domande che mi assillano, sono preoccupo per le 2 ragazze che frequento, e dopo questa bravata fatta con la mia amica, mi chiedo se ho infettato queste altre due persone:
dai primi sintomi ho evitato qualsiasi contatto con le due ragazze, con una ho solo scambiato dei baci, ho chiesto al medico se con i baci posso averla infettata e mi ha risposto che è raro ma possibile,
inoltre con l'altra ragazza, due giorni dopo dal rapporto con la mia "amica" infetta, ho avuto un rapporto completo scoperto. presumo sia nel periodo di incubazione, perchè i sintomi li ho visti domenica a distanza di 3 giorni dal rapporto con l ragazza sana.
- devo farle fare degli accertamenti?
- 15 giorni dopo la cura sono sufficienti per poter ripetere il test o devo attendere di più?
inoltre la cura che mi è stata data, secondo delle vostre statistiche quanto è efficace? perchè sto leggendo che è difficile da eradicare.

vi ringrazio in anticipo
[#7] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Sì trasmette per via sessuale e quindi la risposta è sì.
Saluti.
[#8] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
quindi solo con un rapporto sessuale completo e non col semplice baciarsi, quindi con la saliva, giusto?
sto continuando la terapia ma stamani ho notato la classica gocciolina dopo spremitura. cosa può significare?
ho contattato le due ragazze con cui esco e le ho avvertite della situazione, una di loro la accompagnerò al laboratorio analisi per la PCR. può dirmi se il tampone uretrale per le donne è sufficiente per valutare la presenza di clamidia?
[#9] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Se è presente secrezione vuol dire che c'è ancora infezione.
Il tampone uretrale è sufficiente anche per donne.
Saluti.
[#10] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio per tutte le risposte, mi consiglia una visita da un dermatologo venereologo?
[#11] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
No solo terapia antibiotica e tampone prima e dopo terapia.
Saluti.
[#12] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Dott. Vicini, per la pcr mi ha detto il medico di aspettare 40 giorni... un eternità... se non vedo miglioramenti pensavo di fare un tampone con coltura a distanza di 2 settimane ( meno sensibile della pcr, ma almeno posso fare l'antibiogramma se c'è ancora la clamidia) e poi andare col referto da un venereologo.
anche se le secrezioni sono diminuite ho la temperatura alterata a 37°, prima di questa infezione arrivava massimo a 36.7 . la temperatura alterata è indice ancora di infezione?
[#13] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
37 non è febbre.
Non capisco perché aspettare 40 giorni.
Occorre visita andrologica null' altro.
Saluti.