Utente 388XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni e vorrei chiedere un parere medico riguardo ad una serie di problemi.

Innanzitutto, soffro di frenulo corto e credo anche di fimosi, e tra circa un mese dovro essere operato per risolvere questo problema. Vorrei chiedere una cosa: ho fatto una visita urologica e mi è stato diagnosticato il frenulo breve e non la fimosi. Tuttavia, io mi rendo conto che quando il pene è in erezione il prepuzio restringe il glande, che non viene scoperto neppure per metà; questo non accade quando il pene è a riposo, quando è possibile scoprire il glande ma si nota palesemente che il frenulo "tira". Dunque questo problema è un problema di fimosi da risolvere con la circoncisione oppure puo bastare la frenulotomia?

Inoltre ho un altro problema: il mio pene presenta una curvatura verso il basso piuttosto accentuata (credo un po piu di 45 gradi). Riguardo questo problema non ho ancora fatto alcuna visita, ma ho letto su internet che questo tipo di problema è risolvibile con una plastica di raddrizzamento. Ma ci sono dei possibili problemi legati a questo tipo di operazione oppure non presenta rischi particolari?

Inoltre mi sono reso conto di avere alcuni problemi con l'erezione: le erezioni notturne non sono mai complete, e ho anche disfunzioni con le erezioni "volute": ad esempio, ho notato che il glande non è mai rigido e compatto come il resto del pene, e le erezioni "complete" le ottengo quando sono in piedi o seduto, mentre sono supino l'erezione cala notevolmente. Questo puo essere correlato ai problemi della fimosi e della curvatura del pene? Oppure la causa non potrebbe essere un scompenso ormonale (calo di testosterone)??
Vi ringrazio in anticipo per la vostra attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non si confonda ulteriormente le idee e,munito di autofotografie in erezione,consulti un esperto andrologo per valutare,innanzitutto,la portata del recurvatum.In caso di necessita' di correzione chirurgica,anche il problema legato alla fimosi verra' risolto contestualmente alla definizione diagnostica andrologica rigorosa.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dr. Izzo, la ringrazio per l'attenzione prestata. Ma come si devono effettuare le autofotografie? intendo da che "angolatura" vanno scattate? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...dinanzi ad uno specchio,inquadrandosi dall'alto e di lato.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Ok, la ringrazio Dottore.