Utente 986XXX
Salve, sto frequentando un ragazzo da circa 1 mese e mezzo e ho avvertito subito qualche stranezza, in particolare il suo quasi disinteresse a fare l'amore e la sua scarsa intraprendenza anche nel toccarmi. Nei pochi approcci avuti ho subito notato che dopo poco che lo masturbavo, eiaculava. Ieri dopo 1 mese e mezzo abbiamo cercato di fare l'amore ed i miei dubbi purtroppo credo siano stati confermati. Nel toccarlo e stare sopra di me non raggiungeva un'erezione sufficiente da penetrazione (precisando che io non avendo rapporti da più di un anno non mi trovo di certo facilitata). Vista la situazione ho provato col sesso orale ma raggiunta un'erezione completa dopo pochissimo ha raggiunto l'orgasmo. Ci ho riprovato (sicuramente sbagliando) subito dopo, non dando tempo sufficiente di ripresa....ma comunque dopo poco stava per eiaculare di nuovo...insomma un fallimento su tutti i fronti. Parlando con lui gli ho detto che avevo il timore che sarebbe andata così. Lui mi ha detto che non gli capita spesso ma va a periodi e in più anche lui non ha rapporti da un annetto. Ho cercato di capire se nei suoi rapporti precedenti le sue donne avessero raggiunto gli orgasmi ma lui sembra davvero un tipo chiuso su certi discorsi. In tutto ciò avverto che non si lancia a toccarmi o fare altro e non capisco se non gli piace o lui vive il rapporto così. Ogni volta che parliamo di sesso e dettagli è come s'intimidisse... tra la delusione e il dispiacere .... non so che fare, gli ho consigliato di approfondire la questione e mi ha detto che lo farà ma non mi convince...in più mi sento un pò ingannata perchè collego il suo aver ritardato questo momento al non voler affrontare questo problema. Gli ho chiesto se sono io e lui mi ha detto di no, anzi....ha detto che non ha mai avuto una ragazza così passionale....Non so come affrontare questa situazione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettrice,
è chiaro che il primo passo non può che farlo il suo ragazzo. Spesso non è facile per l'uomo recarsi a visita specialistica, ed ognuno ha i suoi tempi in questo senso. E' poi di conforto scoprire che molti problemi sono risolvibili o comunque migliorabili.
Come affrontare la situazione? Sicuramente l'accoglienza e la sdrammatizzazione del problema possono aiutare molto.
[#2] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente

Nella mia esperienza di terapeuta della coppia ho spesso visto che gli uomini che hanno difficoltà di questo tipo sono di solito ansiosi e tutto ciò può incidere anche sul desiderio.
A parte gli aspetti medici che è prioritario approfondire, posso chiederle come e la vita di coppia al di lá della sessualità?
[#3] dopo  
Utente 986XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott.ssa Pileci, mi risulta un pò difficile definire la nostra vita di coppia, in sostanza siamo molto diversi ma sembra che riusciamo a prenderci bene... le nostre incomprensioni si incentrano soprattutto sui nostri modi di vivere la coppia. Lui dice che le cose arrivano pian piano mentre io sono dell'idea che l'inizio dovrebbe essere il periodo in cui si cerca di trascorrere più tempo insieme. Lui non ha mai avuto una relazione stabile e duratura quindi sa che su certe cose sbaglia ma dice che è una questione di esperienza e di tempo. Pensa di non essersi mai innamorato in vita sua ed io credo che non abbia neanche mai fatto l'amore con una persona, credo che le sue siano state delle esperienze sessuali senza intensità passione ( di fatto dice che non è mai stato con una persona calorosa e passionale come me ..... e a me sembra strano non mettere passione o dolcezza con chi si vuole bene).Da parte mia forse gli ho messo anche ansia perchè non capivo perchè non creasse mai l'occasione, è vero anche che tra un problema ginecologico che ho dovuto curare, un suo viaggio ed altri problemucci ci siamo ritrovati a non fare ancora l'amore ed io ho iniziato ad andare in ansia, ho pensato che non gli piacessi o che ci fosse qualche altro problema (che in realtà ora credo ci sia). Non so se ho sbagliato e sto continuando a sbagliare nel parlare di certi argomenti ma per me è normale farlo invece avverto che in lui si crea imbarazzo ed a volte sconcerto....Ora mi sento davvero molto confusa.