Utente 330XXX
salve,
è diverso tempo che accuso un dolore a livello dorsale, immediatamente sopra la fascia lombare, quindi ad altezza diaframmatica che abbraccia tutta la schiena trasversalmente da sotto le scapole alla zona lombare (che è esclusa dal dolore). Il dolore è molto invalidante la mattina appena alzato, e riguarda gli estensori della schiena, perchè il movimento che risulta piu difficile è il "riposizionamento in piedi" da una posizione seduta (al computer, in macchina), e anche il movimento di torsione, movimenti che eseguo molto lentamente con molto dolore e cercando di respirare in quella zona suddetta. il dolore cessa appena il corpo si è raddrizzato del tutto. Anche portare le braccia in alto sopra la testa è doloroso. Faccio presente che:
- Sono in buona forma fisica e sono abbastanza pratico di movimenti posturali - ginnici che aiutano la schiena.
- il dolore è iniziato verso giugno con alti e bassi e ho continuato a fare esercizi abbastanza intensi come yoga, o streching o flessioni torsioni etc. e nel momento in cui facevo gli esercizi il dolore era marginale.
- sono stato 15 giorni in vacanza in una zona termale e durante la vacanza il dolore era latente o assente, ma presente di piu la mattina appena sveglio. I bagni termali erano sia in acque calde (36-38-40°) ma anche in versione Kneipp passando da 40° a 15°. Ho anche nuotato senza alcun problema
- appena tornato a casa il dolore è tornato molto forte, tanto da non permettermi piu di poter fare movimento posturale.
- Non ho mai sofferto di questo tipo di dolore
- Durante la vacanza, ho beneficiato di 2 massaggi mio-fasciali che ovviamente hanno portato beneficio e il fisioterapista che mi ha trattato mi ha fatto un discorso un po' troppo tecnico per poterlo ripetere a voi, ma ha parlato di patologia neurogena e mi ha detto di trovare nella mia zona un fisioterapista che fa questo tipo di massaggio profondo miofasciale
- il movimento che non comporta dolore è il movimento di flessione o incurvamento in avanti della schiena, quello che mi fa provare dolore è l'inarcamento dorsale, l'estensione e la rotazione.
La mia domanda è questa: come mai il dolore è cosi recidivante ed è tornato in questa forma forte? C'è qualcosa che potete consigliarmi come assumere qualche anti-infiammatorio o fare alcuni movimenti? In questi casi è preferibile fare piccoli movimenti posturali o è preferibile il riposo completo? Nel senso che se c'è una contrattura è meglio lavorarci su o lasciare riposare? Fare respirazioni diaframmatiche profonde aiuta? Quale potrebbe essere la causa di questo dolore cosi forte?
- nelle mie pratiche che ho eseguito durante la vacanza erano presenti inarcamenti dorsali abbastanza intensi come il ponte sulle braccia e invece appena tornato dalle vacanze anche un semplice basculamento del bacino in posizione supina gambe piegate (anteversione e retroversione) mi provoca dolore (nella anteversione quando la pancia e il petto si espandono un po').
Cordiali saluti. Mauro
[#1] dopo  
Dr. Roberto Morello
36% attività
8% attualità
16% socialità
SAN GIOVANNI LA PUNTA (CT)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Buonasera,
prima di tutto sarebbe utile fare una visita specialistica perchè sicuramente solo un' attenta visita può dirimere i dubbi. SIcuramente lei avrà un rachide sofferente e da quello che ho potuto leggere nella sua storia forse un qualche movimento sbagliato o un qualche trauma avrebbe potuto causare questi fastidi che lei accusa.
Ha mai fatto una radiografia dopo l'insorgenza del dolore ?
Ha mai fatto una visita da qualche medico esperto in medicina manuale ortopedica ?
Sono abbastanza sicuro che, da quello che racconta, con un' attenta visita ed eventualmente con un integrazione di esami strumentali si potrebbe arrivare ad una diagnosi. Sicuramente non mi sento di consigliarle alcuna terapia.
Prima si formula una diagnosi e poi si sceglie la terapia altrimenti si rischia oltre che di sbagliare anche di far passare misconosciuti altri segni e sintomi che alla visita possono essere dirimenti.
[#2] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
gentile dottore

nell'attesa della risposta ( mi scusi ma prima di lei avevo per errore inviato la richiesta al medico sportivo) visto il dolore che mi bloccava il respiro ogni volta che mi mettevo in piedi, ho preso una compressa di VoltarenAdvance e il dolore è scomparso. Per sicurezza ne ho presa un altra il giorno dopo.
Lei chiede "Ha mai fatto una visita da qualche medico esperto in medicina manuale ortopedica ?" . Sì, e gliel'ho scritto nella prima mail, sono stato visitato e trattato per due volte a distanza di 7 giorni da un fisioterapista e osteopata, e dopo il trattamento il dolore era totalmente scomparso, e mi ha detto anche che si trattava di un problema fasciale. Non vorrei dire uno sproloquio ma credo che, conoscendo il periodo che stavo attraversando, sia stato un problema psicosomatico. Non me la sono sentita di aspettare tutta la trafila della radiografia e dell ulteriore visita nella mia citta e quindi ho preso il farmaco. Non pretendevo assolutamente che lei mi dava una diagnosi senza una visita, ma essendo il dolore cosi ben descritto e circoscritto, chiedevo alla Vs esperienza di medici una opinione in merito (anche nella eventualità di una recidiva) della serie "dai sintomi che mi dice potrebbe essere questo, quello, o quell'altro", con la mia responsabilità di verificare poi tramite un esame visivo-manuale e radiografico. Del resto per mail questo è il massimo che possiamo fare. La ringrazio comunque se vorrà ulteriormente rispondermi e la saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Roberto Morello
36% attività
8% attualità
16% socialità
SAN GIOVANNI LA PUNTA (CT)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Buonasera,
Inanzitutto il fisioterapista e/o osteopata non è esperto di medicina manuale ortopedica. La medicina manuale ortopedica (scuola francese del Prof. Robert Maigne e il cui apprendimento è SOLO ED ESCLUSIVAMENTE aperto a MEDICI) è una cosa, l'osteopatia è tutt'altra cosa essendo aperta, in Italia, a non medici (e la maggior parte sono infatti non medici). Il fisioterapista e/o osteopata per quanto dotato di bravura e di poteri soprannaturali non può formulare una diagnosi (ATTO ESCLUSIVO DEL MEDICO) e quindi non potrebbe effettuare terapie varie se non dopo un indicazione del medico. Riesce questo fantomatico fisioterapista/osteopata a interpetare delle radiografie ? Riesce ad avere familiarità con i farmaci (oltretutto NON PUO') ? prima di farsi mettere le mani addosso ha mai fatto una radiografia che controindicasse manovre osteopatiche (per altro alcune molto violente)?
Detto questo io ho espresso il mio parere e rispetto assolutamente quelle che sono le scelte di qualunque paziente ricordando sempre che quella del medico è una missione prima che un lavoro e se esprimo dei giudizi e dei consigli è solo ed esclusivamente per il bene del paziente.
Quindi resto sempre della mia opinione in merito ai suoi sintomi.

Spero sempre di esserle stato utile.

Cordiali saluti