Utente 389XXX
Salve! È ormai da qualche settimana che ho notato di avere la pressione, a volte, un po' alta, ad esempio massima 140 e minima 90 e il battito cardiaco a volte arriva a 95 96 o anche 99, nonostante mi vengano misurati seduta e quando sono calma. Tempo fa però avevo una pressione abbassanza bassa....tanto è vero che io soffrivo spesso di giramenti di testa e a tratti tuttora capita. Ora mi chiedo....questo battito così accelerato può dipendere dal fatto che conduco una vita sedentaria? Posso stare tranquilla oppurre occorre che faccia qualche esame?

Inoltre, cercando su internet, questi sintomi mi hanno portato alla sindrome di cushing, cosa alla quale non avrei dato tanto peso se non fosse che tempo fa feci un'altra ricerca per capire se potessi, una volta perso tutto il peso in eccesso, dimagrire una sorta di gobbetta dietro la schiena, tra le scapole, davvero antiestetica gobbetta che non avevo prima di ingrassare e che veniva definita gobba di bufalo. Anche in quel caso mi riportava alla sindrome di cushing. Molto probabilmente centra poco o niente ma riporto tutto giusto per avere dei chiarimenti.

Ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei è fortemente in sovrappeso e quindi i valori pressori e di frequenza sono elevati per quello.
È una donna giovane signora ....dimagrisca.
Per ciò che riguarda il morbo di Cushing il suo medico potrà escluderlo con pochi esami
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta. Sto provando a fare diete, ma da quando sono ingrassata così tanto non riesco più a tornare al mio peso di prima, nonostante sia sempre seguita da medici.
Inoltre, quando ho accennato al morbo di cushing al mio medico mi ha semplicemente detto no, tu non ce l'hai, senza nè farmi dare spiegazioni né visitarmi.