Utente 235XXX
Buonasera vorrei chiedere un consulto per mia mamma che ha 61. Da un paio di settimane accusa dolori forti al fianco sn che a giorni alterni compaiono. Il medico di famiglia le ha consigliato buscopan dicendo che poteva essere una colica renale. 10 giorni fa ha eseguito un eco addome completo che è risultato tutto negativo tranne "alcuni fini echi di aumentata ecogenicita' a sede piramidale bilateralmente a tipo renella". Oggi ha avuto un dolore molto forte in corrispondenza del rene sx che si estende anche all'addome...la guardia medica ha detto che non può essere una colica renale ed ha prescritto voltaren fiale e brufen. Nel caso non dovesse passare il dolore cosa consiglia? Meglio andare al pronto soccorso?? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La "renella", così come vengono comunemente descritte le piccole calcificazioni visibili all'ecografia, non è in grado di causare disturbi, tantopiù se acuti e ripetuti. Purtroppo l'ecografia non è in grado di definire con assoluta chiarezza le vie urinarie, poiché un lungo tratto di uretere tra rene e vescica non è esplorabile ed è proprio qui che si rilevano spesso dei calcoli misconosciuti. Pertanto, se i dolori continuano intensi ed il sospetto alla visita è quello di una origine renale, gli accertamenti devono necessariamente proseguire in pronto soccorso con l'esecuzione di una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto. Nel frattempo, la terapia instaurata è certamente corretta e può calmare il dolore, anche se purtroppo non in modo definitivo.