Utente 328XXX
Salve, sono un utente di Palermo, ed avevo inizialmente postato il problema che affligge mia figlia nella sezione riguardante le malattie ortopediche. Successivamente a vari esami strumentali è emerso che il gonfiore al piede, peggiorato nell'ultima settimana con un gonfiore esteso fino alla coscia, è imputabile ad un linfedema e non all'osteoma osteodie scoperto a carico del femore sn durante l'esame ai raggi x (poi confermato dalla TC).
Dopo aver eseguito una tac al femore, radiografie alla gamba coscia e piede, ecografia organi interni, ecodoppler circolazione venosa e arteriosa sempre coscia sn, tutte con esito negativo, la pediatra che segue mia figlia sembra non avere ancora idea circa le cause di questo linfedema.
Ha prescritto degli esami di sangue per escludere, credo, patologie epatiche, ma avrei preferito ci avesse indirizzato verso una visita specialistica presso un chirurgo vascolare. Desideravo chiederle se in base ai pochi elementi che le fornisco, ritiene possa essere consigliabile una linfoscintigrafia? È possibile con questo esame stabilire se esiste una causa "fisica" (meccanica, tipo compressione) oppure organica per questo linfedema?

Ringraziando anticipatamente, porgo distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà la difficoltà di fornirLe a distanza pareri che siano di maggior aiuto di quelli di chi ha potuto valutare la condizione della piccola dal vivo.
Ho preso visione del consulto ortopedico e deglli accertamenti di cui riferisce l'esito.
In assenza di cause di tipo infettivo-irritativo (punture di insetti, zecche, ecc.) andrebbe esclusa la possibilità di un linfedema primario precoce o quella di affezioni ematologiche.
Prima di procedere con l'esame scintigrafico, un consulto a più ampio respiro presso una struttura pediatrica di alto livello potrebbe essere indicato.
Comprendendo pienamente le Sue preoccupazioni ci spiace di non poter essere maggiormente utili a distanza, ma la problematica che ci pone esula dalle possibilità di questo servizio a distanza.
Ci tenga eventualmente informati delle ulteriori evoluzioni.
[#2] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno dottore, la ringrazio per la risposta. Stamattina abbiamo ritirato i referti relativi alle analisi del sangue prescritte dalla pediatra che segue mia figlia.
I valori sono nella norma per:
- VES
- Proteina C reattiva
- Glicemia
- Tramsaminasi
- Fosfatasi alcalina
- LDH Latticodeidrogenasi
- Valori di Ematorcrito, piastrine, formula leucocitaria.

Leggermente più bassi: MCV 77,50 su 80/99; MCH 25,10 su 27/31; RDW-SD 35,80 su 38/48; Neutrofili 37,50 su 40/74
Mentre risultano poco più elevati: Linfociti 51,30 su 20/48 e Basofili 1,60 su 0/1,5

Spero possa darmi un parere. Se dovesse essere tutto nella norma, crede sarebbe sarebbe opportuno far sottoporre mia figlia ad una linfoscintigrafia? La causa di questo linfedema potrebbe essere l'esito di qualche "piccolo" trauma alla coscia sn ( tempo fa aveva un grosso livido alla coscia). La pediatra vedrà i referti prima possibile, per poi darci indicazioni. Spero, e lei potrà immaginare il mio stato d'animo, si possa trovare una qualche causa "fisica" risolvibile, che riporti la alla guarigione l'arto della mia bambina.

Grazie, cordiali saluti.