Utente
Buongiorno, avevo già fatto una domanda per il mio problema un anno fa, ma ad oggi ancora non ho risolto e vorrei chiedere un ulteriore parere. In settimana andrò comunque di nuovo dal mio medico.
Inizio col dire che sono diabetica tipo 1 con tiroidite autoimmune. E anche che sono una persona MOLTO ansiosa.
A inizio dicembre dell'anno scorso ho avuto, di notte, un fortissimo dolore alla bocca dello stomaco, con tremori, senso di nausea, forte battito cardiaco e dolore a spalla, sterno e schiena a sinistra. Per molto ho avuto, oltre ai sintomi appena descritti, senso di pienezza, esofago che bruciava, e problemi a digerire qualunque cosa.
Il medico ha detto che si trattava di gastrite, e mi ha dato omeprazen per 14gg. Verso la metà di gennaio ho iniziato a sentirmi meglio, il mal di stomaco è stato il primo ad andarsene, mentre gli altri dolori e i tremori sono durati per un bel po'.
Da allora ho problemi digestivi, stomaco gonfio, e non ho più nemmeno il senso della fame. La gastrite si è ripresentata due volte con gli stessi sintomi, ad aprile ed a fine settembre fino ad oggi.
Ora, la cosa che mi ''spaventa'' di più è che mi accade sempre di notte, solitamente tra le 2 e le 3: digestione pesante (ceno sempre alle 19 con pasti leggeri), rigurgiti, tremori, bruciore all'esofago, cuore in gola, e fortissimo dolore che parte dalle costole su fianco sinistro e sale fino alla spalla, alla schiena, al braccio, al seno e allo sterno. A volte ho anche attacchi di panico. Non riesco a dormire ne a stare sdraiata finchè non sento che la digestione si sblocca, e sono arrivata al punto che la sera ho veramente paura ad andare a letto, passando molte notti insonni apposta per non stare male.
Di giorno, o se sto seduta o in piedi, non sto così male, mi sento solo lo stomaco gonfio e ho il dolore alla spalla che ho descritto prima, ma se mi sdraio è un incubo.
Ne ho parlato con la mia diabetologa di recente, che è rimasta quasi sconcertata dal fatto che il mio medico non mi abbia mai dato esami da fare, e mi ha consigliato di fare almeno un breath test, cosa che appunto il medico di base non mi ha mai neanche accennato, ogni volta mi da solo omeprazen e mi dice di stare calma. L'unica cosa che ho fatto su suo consiglio è stata un'ecografia al seno, dato che all'inizio il dolore era più forte lì, da cui non sono risultati problemi per fortuna.
Un'ultima cosa che ho notato, è che da quando ho avuto la gastrite la prima volta, ho le glicemie più basse ed ho dovuto ridurre di molto l'insulina ai pasti. Non so se è una coincidenza magari.

Vorrei quindi gentilmente chiedere pareri e consigli. Ripeto comunque che settimana prossima ho intenzione di andare di nuovo dal mio medico.

Grazie.
Sabrina

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I sintomi possono essere dati da reflusso, distensione gastrica e sindrome Gastro-cardiaca. Ne deve parlare con un gastroenterologo per il corretto inquadramento e per gli accertamenti opportuni.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta. Può comunque essere qualcosa di grave, o posso stare un po' tranquilla?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sia tranquillissima .....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, volevo chiederle un ulteriore parere.
Sono stata dal mio medico, il quale mi ha detto che si tratta molto probabilmente di gastrite / reflusso gastroesofageo, sto seguendo la dieta e la terapia che mi ha dato (Omeprazen 20mg al mattino e Gaviscon la sera prima di andare a letto, il tutto per almeno un mese); ormai è più di una settimana che li prendo, all'inizio sembrava andare bene, di giorno non ho più dolori ne stomaco gonfio, ma di notte il problema rimane: mi sveglio sempre intorno alle tre con dolore al fianco sinistro (più che un dolore, però, è come se mi "tirasse"), alternanza di caldo e freddo, cuore in gola, nausea e forti tremori incontrollabili. Stamattina alle 6 ancora non avevo digerito la cena di ieri, oltre al fatto che ho dromito solo un paio d'ore in tutto.
E' possibile che la gastrite mi causi tutto ciò? C'è niente che mi può consigliare per evitarlo?? Sono disperata...

Il medico comunque si è rifiutato di farmi fare il breath test, ritenendolo inutile, ma ha detto che se proprio non miglioro mi darà una gastroscopia in futuro.

Grazie

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Puó avere necessità di qualche procinetico per favorire lo svuotamento gastrico. Di base però mi sembra di notare una forte componente ansiogena (che amplifica i sintomi).


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it