Utente 302XXX
....gentilissimi dottori, ho 53 anni, da un paio di mesi sto' cercando di regolare al meglio la pressione arteriosa "minima" dato che forse a causa del cambiamento di stagione la trovo al mattino un pò alta ... 90-95 .... la massima è regolare (circa 120-145...) ; dato che l'anno scorso ebbi un infarto cerco di controllare , forse eccessivamente, tutto ciò che posso ; infatti non fumerò mai più e prendo tutti i farmaci del caso ....l'ultimo controllo periodico cardiologico ha riscontrato tutto nella norma a parte un pò la pressione minima alta (era a 100 alle 11 del mattino...) da tenere appunto sotto controllo . Il cardiologo mi ha consigliato, a tal uopo, di prender non più solo 1/4 di metoprololo al mattino ma 1/4 al mattina e 1/4 alla sera .... e, se non bastasse ancora, .... 1/2 al mattino e 1/2 alla sera .... in effetti le mie pulsazioni (misurate per esempio stasera alle 19) risultano 80 ......è un problema serio o è normale ciò ? ....A volte mi sembra che le vene del collo siano un pò "pulsanti" eppure un anno fa l'ecodoppler dei vasi epiaortici ha riscontrato una "ostruzione dovuta a placche" solo del 35 per cento a sinistra e 30 per cento a destra .... .....Preciso che soffro d'ansia che curo al bisogno con gocce di Xanax ....Ringrazio, buonasera

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Va tutto bene e lei si stà comportando nel migliore dei modi...posso solo consigliarle di eseguire un holter pressorio dlle 24 h per la verifica dell'efficacia della terapia antipertensiva osservata. A tal proposito le suggerisco la lettura dell'art.http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1940-ipertensione-arteriosa-prevenzione-diagnosi.html
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
gentile dott. Rillo, la ringrazio ; volevo solo dirle che stasera sono nuovamente un pò preoccupato per il motivo contrario ; ho misurato poc'anzi la pressione è ho trovato 86/67 (troppo bassi i valori ?) e pulsazioni 80 ... è normale o forse ho esagerato con il metoprololo ? . ieri sera e stamani infatti ne ho presa mezza e mezza .... oppure può essere il cuore che non va ? ....ho sentito infatti dire (ma non so se è vero che se la pressione scende può essere anche in tal caso sintomo di infarto ....) . Mi perdoni per l'ansietà che ho ma ormai è dall'anno scorso che purtroppo non vivo più serenemente ; sento come una "spada di Damocle" pendere sempre sulla mia testa ..... La ringrazio per la pazienza .....ora è risalita un pò .... 94/70 e pulsazioni 77 ......
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore perchè posta domande sul nostro sito, ma non legge bene quanto le consigliamo ????
Rilegga la mia risposta alla sua precedente domanda.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio dottore ... ho visionato il link che mi ha suggerito ...in effetti è interessante e chiarificatore .,....mi rendo conto tuttavia di esser forse un pò troppo ossessivo ... ma ritengo che non pochi di coloro che hanno avuto problemi cardiaci psicologicamente non vivano più tanto serenamente, siano alla ricerca di numerose conferme di salute (le quali tra l'altro, in soggetti ansiosi come forse non sono ami sufficienti....) e siano spesso angosciati dall'idea che l'evento si riverifichi. D'altra parte è difficile accettare un evento cardiaco nefasto a soli 52 anni quando (mancando alcuna familiarità ...) non si è preparati all'idea che a chiunque possa succedere . Mio padre , che certo ha fumato sigarette da una vita (e tutt'ora fuma) e sicuramente aveva un lavoro stressante è arrivato a 87 anni senza mai alcun problema cardiaco. Ritengo che, a questo punto, non sia più un problema solo di prevenzione ma prevalentemente di fortuna o sfortuna . C'è chi vince al superenalotto e chi invece subisce un infarto a 40 anni........Cordiali saluti, grazie e buonasera.
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, con tutta la comprensione possibile, ma l'ansia non l'aiuta di certo....Ci pensi.
Cordialmente
[#6] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la comprensione dottore: d'altra parte per una persona che non ha competenze specifiche come me nel campo "medico" ma solo nel campo "legale" pur attento a cercare speculativamente una spiegazione razionale a tutto ciò che capita (sono disposto ad accettare anche la vertà peggiore e più angosciante ma cerco sempre una spiegazione un perchè .... e ciò che mi inquieta di più è non riuscire a volte nelle cose della vita a trovarla .....) .... quando si avvertono strani disturbi (ancor ora dopo un anno dall'evento per me traumatico.... , quando sento, per esempio, una sensazione di dispnea o indolenzimento epigastrico probabilmente dovuto al mio reflussso gastroesofageo ....che capita a volte nei momenti più imprevedibili anche senza un'apparente ragione ....e magari scompare con solo 9 gocce di xanax bisognerebbe, alla luce dei numerosissimi esami fatti fin'ora nonchè della scrupolosa terapia che seguo escludere assolutamente problemi cardiaci ma purtroppo la prima volta che mi capitò l'infarto era ben mascherato da un'apparente indolenzimento alla bocca dello stomaco e meno male che il medico di base ha sospettato qualcosa in più; ma devo ammettere anche che in effetti avevo anche altri sintomi quali : sudore freddo, rifiuto assoluto del cibo, senso di svenimento, sbalzi pressori ....). Probabilmente l'unica soluzione sarebbe l'accettazione fatalistica dell' " idea della morte " , evento quest'ultimo dal quale nessun esser umano è escluso.