Utente 840XXX
Salve Gentilissimi Dottori, vi enuncio il mio problema ,spero di essere il piu chiaro e preciso possibile per avere una risposta appropriata.
Tasto con le dita una specie pallina dura e tendenzialmente non mobile della grandezza di un polpastrello,circa 3 cm, nella zona inguinale interna posteriore della coscia sinistra molto vicino alla zona rettale. Poichè lo scorso anno ho ripreso a giocare a calcio, ho manifestato fastidi e dolori inguinali e di pubalgia al punto di aver avuto uno stiramento proprio nella parte interna inguinale vicino al retto dove ora tasto questa specie di nodulo.Ma non mi sono accorto mai prima di questa cosa, o se è comparsa da poco. Avevo fatto una ecografia inguinale ma solo nella parte anteriore e non mi era stato riscontrato nulla a livello muscolare o tendineo. Ora da 1 mese ho ripreso a fare allenamento dopo 6 mesi fermo, ma spesso ho delle fitte proprio nella zona interessata posteriore,dolorini acuti che mi partono dalla parte rettale e mi finiscono su tutto il fondoschiena. Vorrei sapere tendenzialmente di cosa si tratta, se può essere una cisti,una contrattura,o cosa altro??..Si trova essenzialmente incastrata nell'inguine interno della coscia sinistra e ora al tatto mi fa male, posso in attesa di esami(appunto cosa devo fare una ecografia??)..somministrare localmente una pomata antinfiammatoria??..Secondo voi la comparsa di questo nocciolo è di natura articolare e muscolare,tendinea o altro??..Aspetto vostra risposta ... e suggerimenti sul tipo di esame da fare e la terapia da intraprendere, oltre che una delucidazione sulla probabile natura de problema.

Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
per via telematica è estremamente difficile rispondere alle Sue domande;
Ritengo sia fondamentale sottoporsi a visita medica rivolgendosi al Suo medico curante,
La visita (esame obiettivo locale con associata esplorazione rettale) permetterà di fare una diagnosi differenziale (cisti sebacea ?, pelo incarnito con ascesso ?, tramite chiuso di ascesso perianale ?......etc...) ed indirizzarla, se necessario, verso approfondimento diagnostico strumentale.

Cordialmente

Dott.ssa M.M.Morelli
[#2] dopo  
Utente 840XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dottoressa per l'interesse, comunque io ho fatto gia una visita dal mio medico curante che tastando questo bozzolo nella parte interna della coscia sinistra vicino alla zona rettale, mi ha detto che puo essere una piccola cisti dovuta all'infortunio muscolare che avevo avuto ad Aprile nella zona interna inguinale!!...Mi ha ordinato una visita in chirurgia generale per la prossima settimana!!...Comunque come mi consiglia lei di fare una visita rettale, non so quanta possa essere attinente e utile perchè comunque è esterno al retto proprio nell'incastro della coscia sinistra, ho la sensazione che sia piu un fastidio di natura traumatica e muscolare dovuta alla mia attività agonistica!!..Io soffro anche di emorroidi ma comunque questo bozzolo si presenta allungato e sottopelle come le dicevo nell'incastro tra l'ano e la coscia sinistra, non penso sia una questione totalmente della parte anale!!...Quello che mi premeva capire prima della visita in Chirurgia Generale fissata per la prossima settimana, capire appunto se può essere un problema di carattere articolare e muscolare o di altro genere, se generalmente si possono creare queste speci di ciste in quelle zono causate da traumi o altri problemi articolari/muscolari!!...Può essere che per via di uno stiramento o uno strappo in quella parte interna della coscia vicino all'ano si sia calcificata sul nervo una ciste, o si sia creata una contrattura eccessiva dello stesso??...Tra la parte bassa dell'ano e la coscia sinistra, che nervo o muscolo può essere interessato e soggetto ad un problema del genere??
Nel frattempo posso somministrare una pomata antinfiammatoria??...Perchè io gioco a pallone e certe volte ho delle piccole fitte che proprio partono da quel punto??
Magari in questo sito a quale diciamo "reparto" piu specifico di problemi articolari e muscolari posso rivolgermi??...Giusto per avere un'idea se è di tale natura la comparsa di questo bozzolo o di altra natura eventualmente come dice lei, chiarificata probabilmente con una Ecografia vero??

Cordiali saluti e gentilissima per la disponibilità

[#3] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il consiglio di associare l'eplorazione rettale alla valutazione clinica della zona ("...nell'incastro tra l'ano e la coscia sinistra..") è motivato dalla possibilità che nella suddetta area (regione perianale) possono 'farsi strada' tramiti fistolosi perianali.
Comunque, mi dispiace non potere rispondere esaurientemente alle Sue domande, ma consideri che il consulto telematico non può sostituirsi alla valutazione clinica diretta;
Quest'ultima (visita) permetterà di rispondere alle Sue domande associando:
ispezione,
palpazione del nodulo (“...questo bozzolo si presenta allungato e sottopelle...” ),
valutazione di eventuali deficit motori con induzione di movimenti passivi ed attivi (“..può essere un problema di carattere articolare e muscolare.......si sia creata una contrattura ???..”),
zona di irradiazione del dolore (“....che nervo o muscolo può essere interessato e soggetto ad un problema del genere ??..”)...etc....
Spesso la 'sola' visita medica permette di fare diagnosi rendendo superflui altri esami diagnostici o, se indicati, 'orienta' su diagnostica mirata.
Infine, per quanto riguarda eventuale indicazione su terapia medica ritengo che, in attesa della visita specialistica, il Suo medico curante (l'unico che al momento ha avuto la possibilità di visitarla) potrà adeguatamente consigliarla.

Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli
[#4] dopo  
Utente 840XXX

Iscritto dal 2008
..La ringrazio dottoressa per le sue chiarificazioni.Domani rientrerò a Roma e cercherò di fare in settimana la visita in Chirurgia Generale per avere altri riscontri, perchè come dice lei è necessario visionare di persona per comprendere il problema!!...In attesa il mio medico mi ha detto di somministrare la pomata antinfiammatoria a base di ketaprofene, in quanto lui cosi a pelle ha associato la cosa ad un problema di natura articolare.
La ringrazio ancora e la terrò aggiornata per eventuali altri esami o esiti.

Cordiali Saluti Domenico
[#5] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Domenico,
rimango in attesa di Sue notizie

Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli
[#6] dopo  
Utente 840XXX

Iscritto dal 2008
Salve dottoressa oggi stesso mi sono sottoposto ad una ecografia riguardo alla pallina che tastavo tra l'interno coscia sx e l'aria esterna all'ano. Contrariamente a cosa ipotizzato dal mio medico curante, ossia una cisti legata a problemi muscolari o articolari avuti in precedenza, la diagnosi ha evidenziato invece nessun legame con aspetti muscolari o articolari, e si presenta sotto forma di un Ascesso sottocute della grandezza di 2.7cm pieno di liquido, duro e doloroso alla palpazione verticale. Tale Ascesso il dottore presume si sia formato per un'infiammazione e infezione del bulbo pilifero sottostante la cute. Mi ha ordinato di somministrare per 4g Gentalin beta localmente, poi se non si riduce passare all'antibiotico a bocca per altri 5g e se non si ritira allora praticare una incisione profonda per liberare l'ascesso e medicarlo. Ora mi chiedo, siccome è evidente la forma dall'esterno della cute, e siccome l'ho scoperto ben 25g fa, a cosa serve gonfiarmi di antibiotici specie via orale, non conviene praticare direttamente l'incisione, e questa come vine fatta, in anestesia locale??..Posso fare in Day-Hospital??...Nel frattempo posso continuare a giocare a calcio??..nel caso(improbabilissimo penso) che l'ascesso scoppi da solo dal liquido contenuto, cosa devo fare???..Devo preoccuparmi sulla natura dell'ascesso??

Le riporto il referto dell'ecografia:
""L'esame ecografico dei tessuti del versante postero-mediale del III° superiore della coscia destra,eseguito in particolare in corrispondenza della tumefazione obiettivamente palpabile,ha messo in evidenza la presenza di una raccolta fluido-corpuscolata di 27 mm,a margini sfrangiati.
La stessa, risulta ubicata nel contesto dei piani sottocutanei e presenta caratteristiche ecografiche che orientano verso una raccolta ascessuale."

Aspetto sue Nuove cordiali saluti. Domenico
[#7] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
scusandomi per il ritardo nella risposta, ritengo sia giunto il momento di sottoporsi a visita chirurgica;
Si dovrà valutare l'indicazione all'incisione della raccolta ascessuale e la presenza di eventuali tramiti fistolosi.
In base a quanto da Lei riportato (compreso il referto ecografico) non dovrebbero esserci controindicazioni ad eseguire il trattamento in anestesia locale ed in regime di Day Hospital;
Comunque consideri SEMPRE che la decisione finale spetta al chirurgo operatore che avrà modo (contrariamente a noi medici consulenti per via telematica) di visitarla e di raccogliere la Sua anamnesi.
Per quanto riguarda le altre Sue domande:
- nel caso che l'ascesso scoppi da solo....cosa
devo fare ???.. Tamponare la fuoriuscita del 'materiale' in esso contenuto e rivolgersi a medico di fiducia o struttura ospedaliera
- Devo preoccuparmi sulla natura dell'ascesso ??
Teoricamente no, se pensava ad eventuale patologia neoplastica !...è un ascesso; Per capirne la 'causa' (es. pelo incarnito, ascesso con fistola perianale, foruncolo,...) la risposta Le verra data dal collega chirurgo.

Cordialmente Dott.ssa M.M.Morelli