Utente 363XXX
Salve,
scrivo per avere un parere su una problematica che riguarda mia madre, che ha 54 anni. Da giorni lamenta un fastidio alla coscia sinistra, un senso di indolenzimento che riguarda la coscia sia anteriormente che posteriormente (lei dice tipo fascia). Soffre di vene varicose ed ha da poco effettuato le analisi e non soffre di diabete. L'ultima visita risale al 2008 e la diagnosi per la coscia sinistra riporta: incontinenza di grado lieve della crosse safeno-femorale con reflusso a carico di ramo collaterale safenico antero-laterale che distalmente alimenta una voluminosa varice "a sciarpa" che si sviluppa in regione laterale della coscia e della gamba. La VSI è pervia e regolare (4 mm). VSE e CVP pervi e continenti.
Cosa significa? Potrebbe essersi aggravata la situazione? O sono sintomi riconducibili a qualcos'altro?
In attesa di risposta,
Cordiali saluti.