Utente 188XXX
Gentili dottori, da qualche tempo ho notato un calo del desiderio, e sto cercando di capirne le cause.
Tra le altre cose prese in considerazione, ( oltre a stress, lavoro e talvolta poco sonno ), sono anche andato a rivedermi alcuni esami fatti negli anni passati, ma non sono riuscito ad interpretarli correttamente. Vorrei approfittarne per chiedervi alcuni chiarimenti, a proposito di 2 spermiogrammi e 2 eco-colordoppler eseguiti in passato.
Nel 2009 e nel 2010 ho eseguito 2 spermiogrammi, a seguito dell’individuazione di una ciste vicino al testicolo destro.
A quanto mi era stato detto da uno specialista, i valori del primo erano anormali, ( ma avevo perso una piccola quantità di seme ), mentre quelli del secondo lo erano di poco secondo il WHO ( 1992 ), fino alle recenti modifiche in materia. Come li devo interpretare?
Spermiogramma 2009

Spermatozoi – 42000/mm
Round Cells – 1200/mm
Leucociti – 300/mm

Motilità
Tot – 50-48-45
Tipo A – 5-6-7
Tipo B – 27-25-23
Tipo C – 18-17-15

Spermatozoi Normali – 15%
Spermatozoi Abnormi – 85% Irregolarità Testa 63%

Spermatozoi Dotati di Motilità Progressiva – 53.760.000
Indice Seminale – 2.5694

Spermiogramma 2010

Spermatozoi – 60000/mm
Round Cells – 800/mm
Leucociti – 250/mm

Motilità
Tot – 65-60-60
Tipo A – 10-10-8
Tipo B – 37-33-35
Tipo C – 18-17-17
Spermatozoi Normali – 11%
Spermatozoi Abnormi – 89% - Irregolarità Testa 65 %
Spermatozoi Dotati di Motilità Progressiva – 112.800.000
Indice Seminale – 4,2458
Preciso che, dai 19 ai 26 anni sono diventato quasi vegetariano, ho consumato molti alimenti a base di soia, ( ricca di fitoestrogeni ), legumi, eliminato la carne, le uova, il latte, consumato pochi latticini e solo magri, poco pesce. Ero anche piuttosto magro, ( 67-68 kg contro i 75 kg di adesso, ma a 20 anni ero arrivato a 60 kg ), e praticavo sport di tipo aerobico, mentre in seguito ho iniziato ad alternare attività di forza e sport di resistenza.
Inoltre, sotto consiglio di uno specialista, ho utilizzato prodotti a base di inibitori della Alfa-5-Reduttasi per la perdita dei capelli, ( Serenoa Repens ), a cicli, durante 3-4 anni ( 21-24 anni ).
Tra i 19 ed i 21 anni, infine, ho seguito una terapia per depressione e attacchi d’ansia. Mi sono stati prescritti prodotti a base di benzodiazepine, verso i quali purtroppo ho sviluppato una dipendenza, arrivando nell’ultimo anno di assunzione ad assumerli in quantità 4 volte maggiore alla dose massima consigliata. Ho risolto staccando all’improvviso, con farmaci e psicologo.
Da ultimo, preciso che sono stato operato per curvatura del pene e fimosi nel 2002 con plissettaggio, con recidiva del 20%.
Al centro del pene, sia a destra che a sinistra, è presente un ispessimento come conseguenza della operazione, il quale in determinate posizioni o se urtato può risultare doloroso.
Ad alcuni mesi dell’operazione, inoltre, ho dovuto seguire una terapia per una cicatrice in evoluzione cheloidea sul dorso.
Naturalmente, tra le ragioni delle situazioni esposte sopra, in passato c’era anche questo problema.
In seguito, su indicazione di uno specialista, ho eseguito 2 ecocolordoppler a distanza di 3 anni.
2007 – Erezione completa durante tutto l’esame – Velocità Sistolica Massima: 80/80
2010 – Erezione pari al 70% per 30 min; Velocità Sistolica Massima: 48/38
Quello che vi vorrei chiedere è questo:
- L’assunzione di serenoa, benzodiazepine e di abbondanti quantità di fitoestrogeni con la soia può aver causato problemi da un punto di vista sessuale? Se si reversibili?
- I valori dei 4 esami sopra come vanno interpretati?
- Dopo tanti anni dovrei fare qualche visita di controllo per l’operazione? Gli esiti normalmente sono stabili nel tempo, o può esserci una qualche evoluzione?
Vi ringrazio in anticipo per qualsiasi chiarimento.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,
lei ha molti problemi e dovrebbe farsi seguire da un andrologo
i suoi liquidi seminali non sono alterati o incapaci di fecondare una donna che stia bene
Una cisti epididimaria non puiò alterare il numero di spermatozoi, magari in alcuni casi alterare la motilità
Veda di farsi assistere dasllo specialista per avere rapporti validi
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore.

Non ho capito perchè ha scritto che ho molti problemi, se a suo avviso i dati riportati sono normali.
Il quesito nasce dalla necessità di interpretare alcuni spermiogrammi che in passato uno specialista aveva considerato anormali o borderline, e a quanto lei scrive non c'è nulla di anormale.

Negli anni passati non avevo comunque dato peso alla cosa, sino all'ultimo periodo.

Ma, a quanto lei scrive nella sua risposta, potrebbe davvero essere solo stress e poco sonno, dato che ha ritenuto i 2 esami assolutamente normali.

A suo avviso dovrei quindi rivolgermi comunque ad un'andrologo per una visita di controllo, ed eventualmente ripetere gli esami?

Grazie mille, cordiali saluti.