Utente 398XXX
Buonasera,

Sono una donna di 56 anni, non ho nessuna malattia e non ho mai assunto farmaci (a parte Paroxetina per 5 anni, poi sospesa due anni fa). Peso circa 65 kg e sono alta 155 cm.

Non ho familiarità per cardiopatia ischemica (madre morta ad 89 anni per insufficienza renale e padre morto a 69 anni per problemi legati al fegato).

Non ho mai sofferto di ipertensione. Quando mio figlio me la misura è sempre 130/80.

Svolgo un lavoro in cui sono molto attiva (colf).

La mia alimentazione si basa su insaccati,, carne e verdura (prevalentemente verde).

I miei fratelli e mia sorella (età media 68 anni) non hanno mai sofferto di cuore.

Sono ricoverata presso l'UTIC (quindi collegata a monitor e monitorata da personale medico e infermieristico) di un nosocomio campano per una sospetta SCA.

La mia storia è la seguente:

Da circa 4-5 mesi avvertivo un dolore localizzato tra la bocca dello stomaco e lo sterno durante gli sforzi fisici (portare la spesa, alzare pesi, fare le scale). Questi sintomi erano collegati ad una mancanza d'aria.

Ultimamente questa sensazione era molto più frequente.

Non ho mai dato peso alla cosa fino a quando non ne ho parlato con i miei famigliari.
Allorché mio figlio, allarmantissimo, mi ha portata dal nostro medico che famiglia che, essendo un cardiologo, mi ha sottoposta ad un elettrocardiogramma, cui riporto i risultati:

- Blocco completato di branca sinistra
- Marcata propensione onda R in V1-V3
- La paziente lamenta precordialgia.
- Si consiglia ricovero ospedaliero.

A questo link trovate il tracciato fotografato:

1) http://i.imgur.com/hVwIKeI.jpg
2) Con inspirazione: http://i.imgur.com/Z5eJnaW.jpg

Il mio curante mi ha quindi detto di andare subito al pronto soccorso per sottopormi ad ulteriori accertamenti.

Durante il tragitto in ospedale il dolore toracico si è presentato anche a riposo, per cui all'arrivo mi sottopongono ad ECG e rilevazione dei valori pressori (169/89 mmHg).

Mi ricoverano in codice giallo e dopo un po' mi sottopongono ad un ecocolordoppler cardiaco nel quale la cardiologa manifesta un sospetto di ischemia (e quindi di SCA) e mi portano in terapia intensiva per monitorarmi, programmandomi una coronarografia per la mattinata di domani (22/12), a meno che non abbia qualche sintomo da fare una coronarografia d'urgenza.

A detta del medico, mi hanno dato un farmaco per abbassare la pressione, i battiti cardiaci e un calmante (sono un soggetto molto ansioso e mi sento molto confusa ed impaurita).

Inoltre la cardiologa che mi ha sottoposto all'eco mi ha trovato il ventricolo sinistro ipertrofico, eppure io non ho mai sofferto di pressione alta.

I markers di miocardionecrosi sono ad ora negativi.

Ho paura, molta paura.

Vi chiedo gentilmente un consulto per un parere su questa situazione.

Grazie.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La cosa piu' importante adesso e' vedere il risultato della coronarografia.
Ci interpelli se vuole una volta eseguito l'esame.
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera Dott. Cecchini,

La ringrazio per la risposta.

Oggi non mi hanno sottoposta a nessuna coronarografia (è stata programmata per il 24), tuttavia mi hanno sottoposto ad un ecocolordoppler che non ha evidenziato nessuna anomalia a parte il ventricolo sinistro di dimensione aumentate.

Hanno imputato la causa dell'ipertrofia ventricolare sinistra ad una ipertensione che, tuttavia, in tutte le misurazioni che ho fatto non si è mai manifestata.

All'alba il monitor ha rilevato una tachicardia ventricolare (205 bmp), che tuttavia non ho avvertito.

Mio figlio oggi ha fotografato il monitor per mostrarglielo.

Il link è il seguente: http://i.imgur.com/WvwmcZS.jpg

Sarei molto lieta di conoscere il suo prezioso parere.

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile signora, si faccia curare dai suoi medici con fiducia.
quella foto non mostra alcuna tachicardia ventricolare anche perche sarebbe morta e dal momento che lei sta scrivendo suppongo che lei sia viva.
arrivederci
[#4] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mo Dott. Cecchini, non mi chiami seccatrice. Forse mi sono espressa male nella serata di ieri e non le ho evidenziato la parte del monitor che riporta quell'aritmia.

Mi è stato riferito che durante il giorno il mio tracciato è normale mentre di notte ho delle aritmie.

In queste foto c'è la parte evidenziata:

1) http://i.imgur.com/kDPmZu4.jpg (In basso a destra)

2) http://i.imgur.com/SrSD7XX.png (Zoom)

E' riportata una tachicardia ventricolare 204 bpm alle ore 05:43, mi dicono che è durata sì e no 10 secondi. Ho letto che è un'aritmia molto pericolosa, eppure non l'ho avvertita.

Domani sarò sottoposta alla coronarografia. Ho molta paura.

Cosa ne pensa?

Pertanto la saluto e le auguro un Buon Natale
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Penso che lei pensa che io non sappia leggere i monitor.
Io lavoro da 33 anni con i monitor.
questi spesso danno allarmi errati, che rimangono in memotia.

Se lei avesse avuto una tachicafdia ventricolare sarebbe molto probabilmente morta.
Dato che lei scrive e fa fotografie ad un monitor suppongo che lei sia viva e che non sia morta.

La saluto
[#6] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Gent.mo Dott. Cecchini,

A Suo modo mi ha tranquillizzato.

Speriamo in bene.

Buon Natale.