Utente 382XXX
Salve. Soffro di reflusso non acido. Da circa sei mesi a seguito di modifiche abitudini alimentari e sport non me soffrivo più. Nelle feste natalizie ho ripreso il pantorc poiché ho ripreso a bere e mangiare. L altro giorno mangiare molto e bevvi circa un litro di vino l. La sera mentre dormivo pesantemente ho uno di quegli attacchi che non avevo da moltissimo. Sensazione di non digerire, paura e tachicardia. Questa volta però in bagno sono svenuto. Ho avvertito battito forte e volevo ritornare nel letto per tranqullizzarmi, invece credo di essere svenuto o addirittura, poiché non ero secondo me del tutto sveglio, di essermi addormentato. A terra ero nella posizione fetale, quella che uso di solito a letto. Faccio ecg ogni anno perché faccio in po' di sport La paura e quindi la tachicardia mi ha potuto causare uno svenimento? Ed il reflusso potrebbe avere a che fare con quanto accaduto? l' ultima volta che sono svenuto risale a 20 anni fa per la forte tensione causata da un incidente. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma lei cosa oensa che succeda a mangiare molto e bere un litro di vino?
[#2] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Mi rendo conto. Solo che cibo e vino riguardavano il pranzo non la cena. Sono davvero spaventato.
[#3] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Ancora una domanda: Come dicevo ho avuto un risveglio improvviso accompagnato dalla paura di stare male, bevo per tranqullizzarmi, vado in bagno per urinare e in questo momento ci sarà stata confusione, avverto tachicardia e vorrei andare a letto, invece mi trovo a terra, rannicchiato. Tachicardia e svenimento sono legati tra loro? Lo svenimento non si verifica per calo pressorio e non per accelerazione del battito? Grazie ancora.
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sembra essersi trattato da una sincope da minzione, cioe legata al brusco rialzarsi dalla posizione sdraiata alla posizione verticale e dallo sforzo dell urinare.
ci metta anche sopra l alcool e pare essere piu chiaro tutto
arrivederci

Cecchini
[#5] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore. Da visita cardiologica non è emerso nulla. Mia moglie sostiene che io in stato confusionale perché ancora non del tutto sveglio, non sia svenuto poiché la testa era posizionata tra tazza da bagno e vasca che distano solo 20 cm. Lei dice che mi sono posizionato da solo, altrimenti mi sarei spaccato la testa se fossi caduto. In effetti ho solo il naso un po' indolenzito (forse nell'alzarmi). Grazie ancora.