Utente 400XXX
Buonasera Dottori.
Mi sono fatto prescrivere dal mio medico curante un ecodoppler penieno dinamico per farlo tramite SSN.
Sulla ricetta mi ha scritto "ecodoppler penieno dinamico - disfunzione erettile".

Il nostro dubbio era se fosse sufficiente questa scrittura o se bisognasse scrivere anche il nome e il dosaggio del farmaco da iniettare.

Se fa differenza la regione è la Lombardia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

la dicitura è corretta anche se bastava scrivere "ecodoppler dinamico penieno", tuttavia il rischio è di fare un esame che non serve a risolvere la sua problematica mentre lo specialista è in grado di valutare quali esami siano necessari.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio dottore.

L'esame mi era già stato consigliato dall'andrologo che circa un anno fa mi ha visitato, ma visto il costo del farlo in privato e visto che la terapia che mi ha prescritto (dopo altri esami che gli avevo gia portato) ha avuto risultati abbastanza buoni non l'ho più fatto, visto anche il costo che che aveva farlo in privato.

Però il dubbio è che magari non specificando la dose, appurato che la ricetta è corretta, mi facciano comunque un dosaggio basso rischiando quindi un esame poco affidabile.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Se ha risposto bene alla terapia consigliata non serve fare l'ecodoppler, se nel frattempo siano ricomparsi i problemi erettivi serve ancora un controllo specialistico.

Ancora cordialità
[#4] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
La terapia è stata Cialis più l'indicazione di andare da una psicoterapeuta. Non voleva farmi l'ecodoppler per ora ma ha detto che avremmo fatto l'ecodoppler se le cose non miglioravano.

Le cose sono effettivamente migliorate, ma col Cialis, che doveva servire ''per sbloccarmi'' a sua detta. Rapporti ne ho senza problemi, e quindi stupidamente non sono più tornato dallo specialista. Però l'impressione è che la psicoterapia non abbia fatto molto, anzi è stato il farmaco a sistemare la cosa fin dalla prima volta che l'ho usato. Senza farmaco la situazione sarebbe ben diversa, e di fatto non so tuttora che cosa ho, nonostante abbia curato il sintomo.

Comunque l'ultima indicazione a cui eravamo rimasti era questa. Per questo motivo volevo andare la con l'esame già pronto, esame, ripeto, da lui indicato, dicendo però di stare a vedere prima.
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
aggiungo qualche riflessione a quelle del dr. Maretti e delle letture sul complesso tema del d.e ad etiologia mista o psicogena.

Se sono già state escluse cause organiche, mi chiedo se sono state esaminate le cause "altre" , come lo spectatoring, quelle diadiche, psichiche, da cattivo apprendimento sessuale, ecc...in sede di terapia psicologica.
La terapia, solitamente, non può essere " organo/ focalizzata" - soprattutto alla sua giovanissima età - ma deve tenere presente la complessità della sfera sessuale, per evitare dipendenza psicologica, assuefazione e fallimento dei progressi in fase di svezzamento farmacologico, come spesso accade.


Le pillole dell' amore eventualmente, andrebbero integrate all' interno di un protocollo più ampio, così come le è stato suggerito.

Una scrupolosa diagnosi clinica di tipo psico/sessuologico, integrata e da completamento a quella andrologica - in clinica si chiama "differenziale" - inoltre, può quantizzare ed investigare gli "aspetti ansiogeni" sempre presenti nel disagio sessuale, comprendendo inoltre se sono " causa o effetto" della disfunzione.

Un approccio rivolto esclusivamente al sintomo, risulta orfano di un percorso più completo, capace di regalare emozioni e sensazioni....preziose sulla sua intimità e sessualità

Condirei che il vissuto sgradevole e doloroso relativo al deficit erettivo, alla vulnerabilità erettiva, la paura anticipatoria di rivivere un fallimento sessuale, contribuiscono a creare quelli che noi clinici chiamiamo “fattori di mantenimento della disfunzione”, ben differenti dai fattori che hanno contribuito all’insorgenza della problematica sessuale.

Sono tutti elementi che avrebbe già dovuto trattare in terapia.

La sua giovane età e la natura della sessualità umana è tale da imporre un inquadramento e un ‘approccio terapeutico integrato’ ainpazisnti che presentano un disturbo sessuologico.

Sarebbe veramente miope ed errato trattare soltanto la "sintomatologia", senza la sua cornice psichica, relazionale, emozionale ed affettiva che correla con la sessualità.




http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html
http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologic
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-
http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6154-ruolo-donne-deficit-erettivo-uomo.html
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

il consiglio come già le ho detto è di avvicinarsi allo specialista, raccontando i miglioramenti avuti e lo scarso successo delle sedute sessuologiche, senza fare l'ecodoppler dinamico e quindi se poi servisse ci faccia sapere.

Ancora cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Aggiorno ora anche se in ritardo. Non ho ancora eseguito l'ecodoppler. Nel frattempo ho ritirato l'esito degli esame di routine che sempre faccio e a cui stavolta, sempre con la prescrizione del medico di base, ho aggiunto una valutazione dei parametri ormonali (T totale e libero, E2, LH, FHS, PRL, TSH riflesso).
Testosterone totale, libero ed estradiolo sono sotto la soglia.

Tornerò con queste notizie dallo specialista e sentirò cosa mi dirà, compresa questione ecodoppler.