Utente 240XXX
Buonasera, mio marito (52 anni) soffre oramai da più di un anno di dolori addominali quotidiani. Per questo problema aveva anche chiesto un consulto qui su medicitalia (http://www.medicitalia.it/consulti/Colonproctologia/495498/Dolori-addominali-di-origine-sconosciuta?utm_source=consulto&utm_medium=email&utm_campaign=utenti#2270508). Seguendo le indicazioni del dott. Quatraro, mio marito ha effettuato una seconda visita da un nuovo gastroenterologo, che ha confermato la diagnosi di colon irritabile e diverticoli. Ha anche ripreso la cura con Normix e Yovis. Purtroppo, i dolori persistono e, come in precedenza, l'unico farmaco che gli dia sollievo è l'Aulin. Il medico di base, però, ci ha fatto un quadro molto negativo dell'Aulin, dicendo che danneggia il fegato e consigliandogli l'Oki o l'Antispasmina colica. Mio marito ha provato, ma sono quasi inutili e finisce sempre per riprendere l'aulin. A questo punto, la mia domanda è: quanto a lungo si può prendere l'aulin prima che i danni al fegato si manifestino? e quante volte al giorno? Grazie per la risposta.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
la nimesulide è assunta da milioni di pazienti nel mondo e i casi di epatotossicità sono stati veramente pochi, semmai l'uso prolungato di Fans per il disturbo di suo marito induce a rivedere il programma terapeutico
[#2] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto, la Sua risposta mi rassicura