Utente 401XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 21 anni, e ho effettuato da un paio di giorni la mia prima donazione di sangue intero. Il giorno della donazione i miei battiti erano 48 per minuto, ieri 53 per minuto e oggi 51 per minuto. Il giorno della donazione, a detta del medico, avevo poi la pressione abbastanza bassa (100/70). Inoltre il giorno della donazione e il giorno successivo ho avvertito molto freddo alle mani e un senso di debolezza e di stanchezza diffuso, anche se oggi (a tre giorni dalla donazione) sto meglio. Tutto ciò è normale? Nell'ECG effettuato a dicembre per verificare l'idoneità alla donazione presentavo 76 battiti al minuto, e l'ECG andava bene. In generale, in altre misurazioni precedenti all'ECG di dicembre, ho sempre avuto da 55 a 65 battiti a riposo.
Aggiungo che da febbraio ho iniziato una dieta e faccio ginnastica tutti i giorni. Mi preoccupo perché sia mio padre che mia nonna soffrono di fibrillazione atriale. Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Innanzitutto mi congratulo con lei per la donazione: gesto di grande spessore etico.
Detto questo e' possibile che la donazione abbia causato un ipertono vagale che tuttavia si risolve in poche ore.
Beva molti liquiidi e mangi leggermente piu' salato.

Buona giornata

cecchini
[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dr. Cecchini, la ringrazio molto per la sua risposta, che mi ha davvero rassicurato! Effettivamente oggi sto molto meglio e ieri sera sono riuscita a praticare attività fisica senza problemi, sebbene persista un po' di stanchezza. Colgo l'occasione per invitare tutti gli utenti a donare: è bellissimo e soprattutto aiuta molte persone! Le auguro buona giornata.