Utente 118XXX
Ill.mo dottore,

Mio padre ha un colesterolo di 230-240 mg, hdl di 38-39, trigliceridi 170 e il Max è 130, la glicemia è pari a 100 mg , la pressione arteriosa con pastiglia dopo le 24 è pari a 145/80 da sdraiato e 150/85 da seduto, durante il giorno la pressione è bassa anche perché fa usi di aglio, talvta quando si alza dal divano vede girare (io ho misurato la pressione verso le 17-18 ed è circa di 125/75, ha la steatosi, il padre ha avuto il diabete e la madre un ictus risolto con pochi effetti collaterali. Vorrei sapere quali sono i rischi. Se sono accentuati, cosa fare. Grazie mille per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Suo padre ha diversi fattori di rischio cardiovascolare: forte familiarita', ipercolesterolemia, ipertensione.
Sulla familiarita' ovviamente non si puo' agire.
I livelli di colesterolo vanno curati: se una dieta non fosse sufficiente, con farmaci (statine).
Anche i valori pressori non appaiono ben controllati, quindi forse va rivista la terapia, cercando di raggiungere valori pressori inferiori ai 125/75 mmHG.
Non so se sia sovrappeso e spero che non sia fumatore.
Piccole dosi di aspirina quotidiane sarebbero molto utili nel ridurre i rischi

Arrivederci

cecchini